DIRETTA Guerra Ucraina: attacchi nella notte, Zelensky chiede armi

DIRETTA Guerra Ucraina, tutti gli aggiornamenti in tempo reale di quello che accade in un conflitto arrivato al giorno 129.

Ancora una notte di esplosioni in Ucraina. Sono 129 giorni dall’inizio del conflitto e in molte città si sono avvertite forti esplosioni. La regione di Sumy è sotto attacco e il governatore ha segnalato su Telegram la situazione.

Guerra in Ucraina
Diretta Guerra Ucraina, continuano le esplosioni (Ansa)

Ci sarebbero case civili distrutte ma anche linee elettriche e una torre dell’acqua. Anche a Mykolaiv il sindaco ha chiesto di restare nei rifugi. Le sirene durante la notte hanno avvertito la popolazione e potenti esplosioni hanno interessato una vasta area.

Intanto Zelensky su Telegram ha ringraziato il presidente americano Joe Biden per il nuovo pacchetto di sostegno annunciato. Si tratta di sistemi e di un complesso missilistico che andrà a rafforzare le difese aeree. Il presidente ha riaffermato di aver chiesto nuove armi per difendere il Donbass la regione di Kharkiv, annunciando che l’obiettivo è evitare ulteriori aggressioni.

Guerra Ucraina: le news in tempo reale

Zelensky
Zelensky chiede armi © Ansa

ORE 22:00 – Lukashenko ha confermato che la Bielorussia combatterà in caso di invasione ucraina.

ORE 21:25 – Sono otto i sindaci ucraini ancora prigionieri dei russi.

ORE 20:52 – Secondo i media ucraini, Mosca potrebbe nelle prossime ore riprendere gli attacchi su Kiev.

ORE 20:00 – Sono 10mila i residenti di Mariupol nelle carceri lager nel Donbass.

ORE 19:10 – Lukashenko: “L’Ucraina ha sparato missili su Bielorussia“.

ORE 18:21 – Lukashenko contro l’Occidente: “Sta creando un nuovo mostro nazista“.

ORE 17:40 – L’Isola dei Serpenti è stata completamente evacuata dai resti della guarnizione russa.

ORE 17:24 – Sono 796 gli attacchi informatici russi contro l’Ucraina da febbraio.

ORE 17:18 – Raid missilistico russo su Pavlohrad. Non si hanno notizie di morti o feriti.

ORE 16:23 – Sono 29 i corpi trovati sotto le macerie del centro commerciale di Kremenchuk nelle ultime ore.

ORE 15.45 – Kiev, vicino Lysychansk le case bruciano una dopo l’altra. “Con una così alta densità di bombardamenti, abbiamo solo il tempo di recuperare i feriti. Incendi simultanei in diversi luoghi. Abbiamo a malapena il tempo di eliminare gli incendi su larga scala a Lysychansk”. Così il governatore del Lugansk Sergei Gaidai su Telegram.

ORE 14:00 – Il leader ceceno Kadyrov: “Lysychansk è circondata. A breve attacco massiccio”.

ORE 13:15 – I media ucraini hanno comunicato che l’esercito di Kiev ha colpito un magazzino di munizioni russo nel Donbass.

ORE 12:10 – Il ministero della Difesa russo ha annunciato l’abbattimento di un Mig-29 ucraino a Mykolaiv.

ORE 11:00 – Kiev ha comunicato di aver ucciso quasi 36mila soldati russi.

ORE 10:40 – La Russia ha comunicato lo stop alle forniture di gas da Nord Stream nel periodo dall’11 al 21 luglio.

ORE 10:05 – Cingolani: “Se Mosca chiudesse il gas, ci aspetta un inverno molto complicato“.

ORE 09:40 – Le autorità locali di Sloviansk hanno confermato il lancio di bombe a grappolo sulla città. Sono almeno 4 i morti.

ORE 09:00 – Il sindaco di Mykolaiv: “Forti esplosioni in città. Restate nei rifugi“.

ORE 08:13 – Mosca è uscita da almeno 8 Accordi Parziali del Consiglio d’Europa.

ORE 07:00 – Joe Biden riceve la cittadinanza onoraria da Odessa

ORE 06:00 – Dal Pentagono altri 820 milioni di dollari in armi e munizioni

ORE 05:00 – Sirene in diverse zone dell’Ucraina. Da Mykolaiv alla regione del Sumy nella notte sono stati molti gli attacchi.

Notizia in aggiornamento