Sostanza chimica nell’acqua servita al bar: grave guardia giurata

Hanno inserito della sostanza chimica in un bicchiere d’acqua servito al bar: una guardia giurata si trova in ospedale

Grave guardia giurata dopo aver bevuto acqua con sostanza chimica
Sostanza chimica nel bicchiere d’acqua al bar: grave vigilante (Ansa Foto)

Ci troviamo a Roma, precisamente nella zona Tiburtina, dove si è verificato una vicenda che è ai limiti del “giallo”. Anzi, abbondantemente superata. Il tutto si è verificato nel IV municipio Tiburtino. Una guardia giurata si è recato nel bar ed ha chiesto un bicchiere d’acqua. Poco dopo, però, lo stesso è finito in ospedale ricoverato in gravissime condizioni. All’interno dello stesso era stato inserito del liquido contenente delle sostanze chimiche. Poco dopo lo stesso ha iniziato ad accusare fortissimi dolori allo stomaco.

Una volta arrivato al nosocomio l’equipe medica che lo tiene sotto osservazione gli ha diagnosticato una disintossicazione all’esofago e allo stomaco. Vittima un 53enne romano. Il tutto si è verificato domenica 26 giugno, poco dopo le ore 21. La guardia giurata, in compagnia di un collega, si è fermato a prendere un caffè insieme ad un suo collega dell’Atac in un locale. Oltre ai due caffè anche due bicchieri d’acqua che erano stati versati da una bottiglia. Dopo il sorso l’uomo ha iniziato a sentirsi male e accusare dolori. Subito la corsa al policlinico Umberto I di Roma.

Roma, beve acqua con liquido chimico: guardia giurata finisce in ospedale

Grave guardia giurata dopo aver bevuto acqua con sostanza chimica
Sostanza chimica nel bicchiere d’acqua al bar: grave vigilante (Ansa Foto)

In questo momento la vittima sta recuperando, ma la paura è stata forte. L’uomo ha immediatamente sporto denuncia dopo essere stato interrogato dai carabinieri della stazione di Roma Santa Maria del Soccorso.

La bottiglia è stata subito posta sotto sequestro, mentre il liquido è stato mandato nei laboratori chimici per ulteriori esami approfonditi e per cercare di fare chiarezza su questa vicenda che poteva trasformarsi in tragedia.

Per il momento gli investigatori non hanno voluto rilasciare alcun tipo di dichiarazioni. Per il momento non è esclusa alcun tipo di ipotesi. Si cerca di capire se, dietro al 53enne, ci siano altre vicende o altro.