Ancora sangue negli USA, spari su un treno di pendolari: caccia al killer

Ancora sangue negli USA, questa volta un altro episodio si è verificato su un treno di pendolari: la polizia sta dando la caccia al killer

USA, ancora sangue nel paese americano
USA, ennesima sparatoria nel paese (Ansa Foto)

Purtroppo sembra essere diventata una abitudine. Una bruttissima abitudine. Ancora sparatorie, ancora sangue e ancora morti negli Stati Uniti D’America. Questa volta ci troviamo a San Francisco dove un uomo ha aperto il fuoco su un treno di pendolari. A riportare la notizia ci ha pensato l’emittente televisiva ‘Abc News‘. Una persona è rimasta uccisa. Dopo aver udito i colpi di pistola moltissime persone sono scappate per la paura. Tra queste anche il killer che ha fatto perdere le proprie tracce.

La polizia sta indagando e sta dando appunto la caccia a colui che ha sparato. Il tutto si è verificato alla fermata di Castro, uno dei quartieri più famosi della città californiana. Tanto è vero che tra pochissimi giorni la città si preparerà per ospitare la parata per i diritti Lgbtq+. Per il momento, le forze dell’ordine, hanno escluso che si possa trattare di una azione intimidatoria nei confronti della comunità.

USA, tragedia a San Francisco: ucciso un uomo

USA, ancora sangue nel paese americano
USA, ennesima sparatoria nel paese (Ansa Foto)

E’ successo nella giornata di ieri alle 10 del mattino, ovvero alle ore 19 in Italia. A parlare alla stampa ci ha pensato la portavoce della polizia locale, Kathryn Winters. Una volta aver fatto fuoco il killer si è allontanato dalla stazione a piedi ed ha fatto perdere completamente le sue tracce.

Come riportato in precedenza, la stessa portavoce ci ha tenuto a ribadire che questa tragedia non ha nulla a che vedere con la parata che ci sarà questa domenica nella città californiana. Il servizio dei treni è stato immediatamente sospeso per consentire alla polizia di lavorare, fino in fondo, a questa tragedia che ha sconvolto ancora una volta il paese americano, oramai esausto dalle continue notizie che arrivano sulle “sparatorie facili”.