Ristorazione etnica, controlli dei Nas in tutta Italia: i dettagli

I Nas nelle ultime ore hanno effettuato dei controlli sulla ristorazione etnica. Diversi i sequestri effettuati dagli inquirenti.

Controlli e sequestri da parte dei Nas nei confronti della ristorazione etnica. Come riportato da Askanews, il comando dei carabinieri per la tutela della Salute, in accordo con il Ministero, hanno effettuato delle verifiche per capire la regolarità delle strutture di ristorazione e di preparazione enogastronomica.

Carabinieri
I Nas hanno effettuato degli accertamenti sul settore della ristorazione etnica © Ansa

In particolare, si è data principale attenzione al mantenimento della catena del freddo, in relazione ai cibi da mangiare crudi, ed ai canali di importazione e distribuzione delle derrate alimentari e delle materie prime provenienti dall’estero.

Controlli che, almeno stando alle prime notizie, hanno portato al sequestro di circa 700 tonnellate di alimenti irregolari per un valore commerciale di circa 3 milioni di euro. Si tratta di verifiche che quasi certamente continueranno nelle prossime settimane e non si escludono altri sequestri da parte dei Nas.

Ristorazione etnica: a maggio oltre mille controlli dei Nas

Carabinieri
Da maggio oltre mille controlli da parte dei Nas nel settore della ristorazione: le ultime © Ansa

Il blitz effettuato in questo 23 giugno conferma una stretta da parte dei Nas per il settore della ristorazione. Solo a maggio, secondo quanto riferito da Askanews, sono oltre 1.000 le ispezioni effettuati dai carabinieri per verificare il rispetto delle misure in 506 strutture.

Controlli che hanno portato alla segnalazione delle Autorità Giudiziarie e Sanitaria di 490 operatori di settore e contestate oltre 740 sanzioni amministrative per un valore complessivo di 600mila euro.

Ma, come detto in precedenza, i controlli molto probabilmente proseguiranno anche nei prossimi giorni. I Nas, in accordo con il ministero della Salute, sono al lavoro per verificare il rispetto delle misure nel settore della ristorazione e per farlo in futuro ci saranno altri controlli in queste strutture.

Al momento, tra maggio e giugno le verifiche hanno superato quota 1.000 e il numero sembra destinato ad aumentare. Vedremo se ci sarà una crescita anche del materiale sequestrato oppure i controlli metteranno alla luce il rispetto delle norme da parte delle strutture del settore della ristorazione.