Mutuo rifiutato? Ecco la soluzione che fa al caso tuo

Per tutti coloro che hanno chiesto un mutuo in banca ma la richiesta è stata respinta ecco una soluzione utile che può aiutare a risolvere il problema

Ottenere un mutuo non è così facile: ci sono moltissimi criteri da rispettare e non sempre quindi è possibile averlo. In tanti necessitano di questo finanziamento magari per gli investimenti che richiedono ingenti somme di denaro, ma spesso si è alle prese con un rifiuto da parte della banca che impedisce quindi il buon esito dell’azione.

Soluzione mutuo rifiutato

Molto spesso infatti si richiede un mutuo per acquistare un’abitazione, o comunque per una spesa che supera quelle che rientrano nell’ordinario. Quando però si tratta di questo tipo di pratiche le garanzie sono necessarie: devono esserci redditi dimostrabili, meglio se con un contratto a tempo indeterminato ed uno stipendio cospicuo, o in alternativa c’è bisogno di un garante che possa prendersi la responsabilità delle rete del mutuo, anche lui chiaramente in grado di soddisfare tutte le richieste della banca.

Mutuo respinto, ecco l’utilissima soluzione

Alla luce di questi requisiti fondamentali non è comunque scontato che la banca accetti la richiesta di mutuo: tuttavia money.it spiega come presentare la pratica per il finanziamento ed avere maggiori probabilità che venga accettata.

Soluzione mutuo rifiutato

Nel caso in cui la richiesta viene rifiutata è importante farsi lasciare dalla banca una liberatoria, ossia una rinuncia del cliente a procedere con la richiesta stessa. Questo permette al richiedente di presentare una nuova richiesta ad un’altra banca senza che quest’ultima riceva la segnalazione dalla Centrali rischi che indica che la pratica è stata rifiutata in precedenza. Può sembrare una banalità o un’osservazione di poco conto, ma in realtà una richiesta in passato già rifiutata può costituire un elemento negativo per la nuova prassi da avviare e quindi sfavorire il cliente. Un’indicazione utile da seguire, soprattutto perché i tempi per questo tipo di pratiche non sono immediati pertanto avere un piano B in mente è sicuramente consigliato per non portare avanti ad oltranza la richiesta senza ottenere i risultati sperati.