Brignano: “Io sindaco di Roma? Ecco cosa farei”

Lunga intervista a ‘Il Messaggero’ per Enrico Brignano. L’attore romano ha presentato il suo nuovo spettacolo.

Enrico Brignano è pronto a ritornare sul palco. Dopo due anni complicato per la pandemia, l’artista romano sarà al Parco della Musica della Capitale con il suo nuovo spettacolo Ma… Diamoci del tu.

Enrico Brignano
Enrico Brignano in un’intervista a ‘Il Messaggero’ sul nuovo spettacolo © Ansa

Il periodo che abbiamo vissuto ci ha allontanato terribilmente – ha spiegato Brignano in un’intervista a Il Messaggero la distanza non è diventata solo fisica, ma anche emotiva. Dobbiamo recuperare un po’ di familiarità, di sorrisi e di piacevolezza. E questa sera voglio provarci con gli spettatori in Cavea“.

Uno spettacolo che arriva prima del suo matrimonio con Flora Canto. “Sono stato molto discreto quando le ho chiesto di sposarmi – ha detto l’attore – ho pensato di farle la proposta in intimità: all’arena di Verona, davanti a 6mila persone. Al contrario, il matrimonio sarà molto più intimo. E diciamo che ci vuole poco. Io casalingo? Certo, sono un uomo di casa. Sarà per questo che sono stato scelto come testimonial per lo spot di un noto detersivo. Io dei lavaggi so tutto. Sono cintura nera, anzi bianca, di bucato. Poi con due ragazzini piccoli a casa, le lavatrici vanno che è un piacere. A dirla tutta anche io, a impataccarmi le magliette sono sempre il primo“.

Enrico Brignano e il ricordo di Gigi Proietti

Enrico Brignano
Enrico Brignano ha parlato anche di Gigi Proietti in questa intervista © Ansa

In questa intervista Brignano ha voluto ricordare anche Gigi Proietti: “Quando lo vidi da vicino, il primo giorno di laboratorio, la sua scuola di recitazione. Ero senza parole, saliva azzerata e, quando gli dissi ‘ciao’, lui mi rispose ‘sei afono’. Io non sapevo nemmeno cosa significasse, ma dissi Sì perché lo aveva detto il maestro. E, tra l’altro, anni dopo un foniatra mi confermò che avevo ragione“.

Un passaggio anche su una eventualità di una elezione come sindaco di Roma: “Beh, come prima cosa…. Darei le dimissioni“.