Bassetti: “Tappare subito la bocca a medici incapaci che terrorizzano sul Covid”

Il virologo sbotta: “Troppo lontani da tv e riflettori, dottori pericolosi, la gente poi ci manda a quel paese quando vaccino dovrà essere fatto”

Uno sfogo in piena regola. Dottori e medici che parlano di Covid mettendo paura e non facendo capire più nulla. Il virologo e primario Matteo Bassetti non ci sta e alza la voce, stavolta lo fa in modo dirompente a Notizie.com: “Qui siamo di fronte a un Paese immaturo e di incapaci di convivere col virus perché le boutade fatte da alcuni miei colleghi sono scandalose e vergognose. Di gente che non ha mai fatto il medico, sul Covid abbiamo fatto parlare persone che non hanno mai fatto il dottore, ma siccome la gente ha voglia di ascoltare chi il dottore davvero lo fa, è arrivato il momento di tappare la bocca a questi medici che di mestiere guarda solo i numeri, ma i malati non li hanno mai visti…..”

Il professore
L’infettivologo Matteo Bassetti durante il suo intervento al Forum Ambrosetti dedicato alla Liguria (foto Ansa)
Il virologo esperto non riesce a capacitarsi per quello che sta avvenendo: “Chi vede i malati, vede le malattie, ma quando sento dire che il picco sarà a luglio e il covid sarà quattro volte l’influenza è una vergogna di chi vuole e gode a fare il terrore. E mi chiedo: ma da dove vengono questi dati e da medico non posso accettare che chi parla è gente che i malati non li vede. E tutto questo è molto pericoloso perché non ci stiamo rendendo conto che la gente la stiamo stressando e scassando perché quando gli chiederemo di fare un vaccino, perché a settembre ottobre lo dovremo fare il richiamo, ci dirà col fico che lo facciamo ci avete rotto le palle…”.

“Le persone sentono questi imbecilli parlare di picco e migliaia di persone che vanno in ospedale, ma non ci vanno per il Covid. Un danno pazzesco per la campagna vaccinale”

Vaccino Covid
‘Il richiamo al vaccino dovrà essere fatto a settembre e ottobre © Ansa

Matteo Bassetti non si piega come sia possibile dare spazio a persone che non hanno la capacità e competenza di parlare di Covid. Per questo si è sfogato ed è un fiume in piena: “Sento parlare medici che danno dati falsi e senza conoscere, dicendo che ci sono migliaia di persone che vanno in ospedale che sta arrivando il picco, ma le tante persone che vanno in ospedale non c’entrano col Covid. E così, la gente poi pensa che il vaccino, visto che abbiamo il 92% di vaccinati non funziona. Un danno clamoroso. Io non capisco proprio cosa gli frulli nella testa a questi che la maggior parte sono pensionati e non vedono malati e non sanno i numeri. Io li conosco, mi alzo alle 7 ogni mattina e alle 7,45 sono già in ospedale. Ora diranno Bassetti sempre in mezzo, ma Bassetti si è rotto le palle di fare il pompiere poi quando le cose vanno male….

“Stanno facendo del male al nostro Paese e anche al Governo che stavolta non c’entra nulla – spiega Matteo Bassetti – A rischio la campagna vaccinale e ti stai dando la mazzata sulle palle. Ci sarà bisogno di un richiamo del vaccino aggiornato e alla gente con che spirito glielo diciamo che si devono vaccinare dopo che gli abbiamo frantumato le scatole per un raffreddore. Non c’entra il Governo ma il problema sono i miei colleghi, la lontananza dalle tv dai riflettori fa male. Questa fiammata era prevista, c’è stata in Portogallo, in Spagna e in Sudafrica tre mesi fa, come in altri Paesi, ma senza nessuna ansia. Omicron 5? E’ più contagiosa ma meno grave grazie ai vaccini, ecco cosa si doveva e si deve dire, non certo fare del terrorismo o spiegare numeri che non si conoscono, soprattutto se non si hanno le competenze.  Viviamo una situazione davvero paradossale, la medicina è la scienza più pratica che ci sia, noi in Italia stiamo facendo parlare i teorici, con la maggior parte di medici che sono andati in pensione e parlano. Ho un grandissimo rispetto dei pensionati, ma bisogna ascoltare e sentire i medici di base e gli ospedalieri, invece ascoltiamo i pensionati. Ma dimmi te”.