Italia Viva non c’era alle urne ma Renzi torna all’attacco: “Letta guardi noi”

Per il leader di Italia Viva Matteo Renzi il voto delle amministrative certifica la morte del grillismo, e torna all’attacco con il segretario del Pd Enrico Letta: “Dialoghi con noi”. 

renzi
(Ansa)

Nei giorni precedenti alle ultime elezioni amministrative, il suo nome era finito sui giornali non tanto per qualche particolare impresa ma per la scomparsa del suo partito da praticamente la maggioranza dei Comuni italiani. Italia Viva non compariva infatti quasi in nessun seggio elettorale d’Italia tra i contendenti. Eppure, nonostante questo, il giorno dopo il voto Matteo Renzi torna a parlare con un’intervista al quotidiano La Repubblica, in cui afferma che a suo modo di vedere “il vero vincitore di queste elezioni” sarebbe “il centro riformista”.

Il richiamo d’amore di Renzi al Pd mentre cerca Draghi

Per questo invita Letta a tornare a guardare nella sua direzione, altrimenti rivolgendosi ai grillini “più che al campo largo si arriva al camposanto”, afferma con spirito ironico. Nei pochi comuni in cui Italia Viva era presente, però, la coalizione scelta una volta era quella di destra e un’altra di sinistra, mentre prova a chiamare a raccolta i sostenitori del governo Draghi sotto un’ipotetico nuovo contenitore ancora tutto da vedere.

Dall’altro lato però c’è Calenda che sostiene di detenere la leadership di un’area politica che a suo avviso rappresenta il 20 per cento. “La leadership in politica non si prenota”, risponde Renzi al giornalista che gli pone la questione. “Si costruisce con umiltà e intelligenza politica coinvolgendo quelli che la pensano come te. Io dico che quest’area c’è, chi la guiderà è un problema che ci porremo dopo”. 

Il punto però che più scotta per Renzi è l’alleanza di Pd e 5 Stelle. “Loro non portano voti”, afferma Renzi, aggiungendo che “il gruppo dirigente del Pd lo sa bene”. Così punta su quella che viene indicata come “l’area Draghi”. “Chi voleva fare le scarpe al premier, penso per primo a Conte, ma anche a Salvini, è in difficoltà”. 

Impostazioni privacy