Amministrative, Giarrusso spara a zero su Conte: che frecciata dell’ex M5S

Amministrative, Dino Giarrusso rilascia una intervista ai microfoni dell’Adnkronos per commentare l’andamento di queste elezioni che hanno visto un crollo importante da parte del suo ex partito, il Movimento 5 Stelle

Dino Giarrusso spara a zero su Giuseppe Conte
Dino Giarrusso (Ansa Foto)

I risultati delle amministrative non hanno fatto per nulla sorridere al ‘Movimento 5 Stelle‘. Tanto è vero che l’ex esponente del partito, Dino Giarrusso, ai microfoni dell‘Adnkronos ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito ed ha lanciato più di una frecciatina a Giuseppe Conte. Quest’ultimo è stato accusato dalla vecchia ‘Iena’ di aver ingannato il proprio popolo e che la politica non si fa facendo i “selfie“, ma stando sui territori ed ascoltando le esigenze delle persone lavorando per loro.

Se i partiti tradizionali non bastano, come lo certificano la quantità enorme degli astenuti, bisogna pensare a percorsi nuovi, una democrazia autentica e non a chiacchiere incendiarie e totale subalternità a Draghi“. Non è finita qui visto che i problemi che sta denunciando da mesi, alla fine, si sono rivelati in tutta la loro potenza. “L’ex presidente del Consiglio ha preferito diffamare me e farsi i selfie, mentre io ho lavorato e continuerò a farlo per i cittadini“.

Amministrative, Giarrusso: “Spero che la Sicilia riparta

Dino Giarrusso spara a zero su Giuseppe Conte
Dino Giarrusso (Ansa Foto)

Non è finita qui visto che si è voluto soffermare sui dati di Palermo e non solo: “Mi pare che i dati che arrivano dalla Sicilia, dove pure gli arresti nella destra avrebbero dovuto aiutare il partito, la dicono lunga. I dati di Padova e di altre città italiane, invece, pare che la totale bocciatura a questo “farlocco” nuovo corso sono stati gli italiani a darla e di certo non io.

Spero che la Sicilia possa ripartire con una rivoluzione. Una regione che ha bisogno di lavoro, soldi europei, rispetto della legalità ed un aiuto per ripartire. Non hanno bisogno di chiacchiere. Solo con il duro lavoro si possono ottenere risultati, non con i “like” sui social e qualche titolo di giornale“.

Impostazioni privacy