Salernitana, Sabatini manda frecciate dopo la salvezza: “Dedicata a tutti quelli che…”

Il ds granata si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Mi hanno telefonato in tanti per dirmi di rifiutare, ho deciso di accettare per questo motivo. È stata la mia performance migliore”.

Quasi filosofico, Walter Sabatini. Stravolto in volto, dalla fatica e dalla gioia. “Dove trovo la forza? Nel calcio che è il modo grazie al quale riesco a esprimermi. Nella vita sono una persona che si trattiene molto”. Subito dopo non si è trattenuto…

Walter Sabatini
Walter Sabatini ha definito la salvezza con la Salernitana la sua impresa migliore (Ansa Foto)

Il ds della Salernitana s’è tolto qualche sassolino dalla scarpa: “A chi dedico questa impresa? Al mio meraviglioso figlio che ho avuto in tarda età. Naturalmente anche a mia moglie. E poi a tutti quelli che mi hanno chiamato dicendomi ‘sei pazzo, vai lì a macchiare la tua carriera…’. Sono state proprio queste telefonate che mi hanno fatto decidere di venire a Salerno”. Una rincorsa straordinaria concretizzata nonostante il pesante ko contro l’Udinese: “Era un’utopia pensare alla salvezza per come eravamo messi. Questa è la mia performance migliore, mi legittima fortemente a continuare. Non fosse arrivata la salvezza mi sarei messo in discussione come ho sempre fatto nella mia vita. Mentre maturava la sconfitta stavo già pensando a cosa avrei fatto subito dopo. Per fortuna il Venezia ha fatto una partita seria, convinta, ci ha tenuto in quota salvezza, quindi ho dovuto far tramontare il pensiero”.

Sabatini: “Spero che Nicola rimanga”

Walter Sabatini
Walter Sabatini si è tolto qualche sassolino dalle scarpe dopo la salvezza (Ansa Foto)

Il 7%. Era la percentuale di salvezza data da Sabatini al momento dell’arrivo: “Ho cominciato a crederci quando ho visto i miglioramenti consistenti. In allenamento ho visto il gruppo diventare un monolite, una squadra coesa, ci capivamo l’uno con l’altro. Poi naturalmente con il lavoro costante dell’allenatore ho cominciato a crederci di più. Questa salvezza è un omaggio alla città di Salerno, ai ragazzi, al presidente che ci ha creduto come me. Va diviso in quote consistenti, ma grosso merito va dato soprattutto alla gente che è stata incredibile”. Ora si discuterà il futuro di Nicola: “Bisogna puntarci, spero rimanga. Parlerò col presidente, vedremo se ci sono i presupposti”. A breve su Dazn andrà in onda uno speciale su Sabatini: “Non sono scaramantico, io credo alle cose che vedo. Credo nei comportamenti, per questo sono sempre al campo per vedere se ci siano smottamenti del gruppo o del singolo”.