Van der Meyde, confessione hot: “Ero bello, ricco e con un c…o enorme”

Le rivelazioni dell’ex calciatore dell’Inter, che in carriera ha vestito le maglie di Ajax, Twente, Everton e PSV Eindhoven.

Tanti sfizi, altrettanti rimpianti. Una carriera troppo corta quella di Andy Van der Meyde, che avrebbe potuto tirare fuori molto di più dal suo talento. Ad avere la meglio sono stati i vizi: l’amore per le belle donne, l’alcol e una vita che si è voluto godere senza privarsi di nulla. Molto spesso anche superando il limite, assumendo pasticche e droga. A neanche 30 anni il suo percorso nel calcio era già ai titoli di coda.

Andy Van der Meyde
27104-LecceInter-Van Der Meyde .Dario CaricatoAnsa

Ero fuori controllo, non riuscivo a dormire se non prendendo pillole – racconta l’olandese – Era roba pesante, di quella da prendere con la prescrizione del medico. Le rubavo dallo studio del medico del club, l’ho fatto per più di due anni. Poi è arrivata la cocaina, insieme a Bacardi, vino e feste in quantità. Se non fossi andato via da Liverpool sarei morto“.

“Il mio motto era farlo sempre e ovunque”

Non solo alcol e droga. Van der Meyde ha confermato di avere un chiodo fisso per il sesso. “Il mio motto era: farlo sempre e ovunque, fosse un’igienista dentale, una segretaria dell’Ajax, una ragazza conosciuta a un semaforo”, ha confessato l’ex calciatore dell’Inter. Sono servite due mogli e cinque figli per mettere la testa a posto. Anche se possono essere considerate solo la punta dell’iceberg.

Van der Meyde
L’ex esterno dell’Inter, Andy Van der Meyde (Ansa)

Il 42enne, completamente trasformato nell’aspetto, ha poi aggiunto qualche dettaglio a dir poco piccante: “Ho sbagliato molto. Pensaci, come calciatore avevo tutto ciò che le donne potessero desiderare. Ero carino. Ero davvero ricco. E avevo anche un c…o enorme. Avevo milioni, ma ero completamente pazzo nella mia testa”.