Tragedia in Gb, trovato morto un italiano: si indaga per omicidio

Tragedia in Gb dove il corpo di un italiano è stato ritrovato, senza vita, all’interno di un parco. La polizia ha avviato le prime indagini e parla di omicidio

Si indaga per omicidio sulla morte di Carlo Giannini
Omicidio Carlo Giannini, indaga la polizia inglese (Ansa Foto)

Una vera e propria tragedia quella che si è verificata in Gran Bretagna e che purtroppo vede vittima un cittadino italiano. E’ stato ritrovato il corpo, senza vita, di Carlo Giannini in un parco nella zona di Sheffield. Si trattava di un ragazzo di 34 anni di Mesagne (in provincia di Brindisi).

Giovedì 12 maggio si è verificato il tutto, ma solamente nelle ultime ore si è saputa la notizia che ha scosso i suoi familiari, gli amici e tutti i cittadini della località pugliese che lo conoscevano molto bene. Ad accorgersi che qualcosa non stesse andando per il verso giusto sono stati alcuni passanti che hanno chiamato immediatamente i soccorsi.

Questi ultimi sono arrivati sul luogo, ma per l’uomo non c’era già più nulla da fare visto che era passato a miglior vita. In questa vicenda vuole vederci chiaro anche la polizia che ha dichiarato di aver aperto una indagine. Si parla di omicidio ed ha voluto lanciare un appello a chi abbia visto qualcosa per aiutarli in questa assurda vicenda.

Italiano morto in Gb, famiglia in contatto con Consolato

Si indaga per omicidio sulla morte di Carlo Giannini
Omicidio Carlo Giannini, indaga la polizia inglese (Ansa Foto)

Secondo alcuni media locali pare che la morte dell’uomo sia avvenuta tra la notte dell’11 maggio e la mattina del 12. Il 34enne non viveva più in Italia da un bel po’ di tempo. Aveva deciso di staccarsi dalla sua famiglia in Puglia e di provare l’esperienza in Inghilterra. Un qualcosa che avrebbe voluto fare da molto tempo.

Tanto è vero che ha vissuto anche fuori (in Germania). Aveva deciso di effettuare questa nuova avventura da qualche mese. Aveva trovato lavoro in un noto ristorante. Secondo quanto riportano sempre alcune testate locali i familiari del ragazzo sono in stretto contatto con il consolato italiano e non è assolutamente da escludere che possano andare quanto prima nel Regno Unito.