Conte ci ricasca: “Ti lamenti troppo”. Altro battibecco in tv…

Dopo la vittoria nel North London Derby contro l’Arsenal, l’ex tecnico di Inter e Juve si è reso protagonista dell’ennesimo botta e risposta davanti alle telecamere.

Lo scontro diretto per il quarto posto va al Tottenham. A due giornate dalla fine gli Spurs si riportano a -1 dall’Arsenal: un duello appassionante per l’ultimo posto valido per la qualificazione alla prossima Champions League. La squadra di Conte si è aggiudicata il North London Derby con un netto 3-0, merito della doppietta del solito Kane e del gol numero 21 in Premier League di Son.

Conte e Arteta
Gli allenatori di Tottenham e Arsenal, Antonio Conte e Mikel Arteta (Ansa)

Dopo il rigore del vantaggio calciato da Kane, l’episodio della svolta arriva al minuto 33: Holding, già ammonito, commette un altro fallo su Son e si prende il secondo giallo. Un’espulsione che costringe i Gunners a giocare in 10 per un’ora di partita. Un episodio che non post partita ha causato le lamentele piuttosto pesanti da parte di Arteta. Il tecnico dell’Arsenal si è arrabbiato molto per la direzione arbitrale.

Arteta si lamenta dell’arbitro: la risposta di Conte è immediata

Una sconfitta molto dura da digerire per l’Arsenal, anche se Arteta si è concentrato esclusivamente sugli episodi arbitrali. “Non posso mentire e se ne parlo verrò squalificato per sei mesi quindi preferisco non farlo. Una bella partita è stata distrutta“, ha detto davanti ai microfoni. Non ha tardato ad arrivare anche la risposta di Conte: “Mikel sta facendo davvero un buon lavoro ma l’ho ascoltato lamentarsi molto. Penso che debba concentrarsi di più sulla sua squadra e non lamentarsi. Il cartellino rosso per me è stato chiaro. Se vogliamo lamentarci, potremmo farlo ad ogni partita. Questo è il mio consiglio“.

 

Dopo lo screzio con Klopp, ecco un altro botta e risposta con Conte protagonista. L’ex ct della Nazionale ha colto l’occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “L’Arsenal ha fatto rinviare la partita a causa del Covid e avevano un solo giocatore positivo. Non l’ho dimenticato. Potrei lamentarmi perché la nostra prossima partita alle 12 di domenica, mentre l’Arsenal giocherà lunedì sera. Hanno più riposo“.