Covid, Costa fiducioso: “Mascherine e Green Pass? Manca poco”

Covid, Andrea Costa ha rilasciato delle importanti dichiarazioni al quotidiano ‘La Repubblica’. Il sotto segretario alla Salute ha infatti ribadito che manca davvero poco all’utilizzo della mascherina all’aperto. Novità anche sul possibile rallentamento del Green Pass

Covid, parla il sottosegretario alla salute Andrea Costa
Andrea Costa (Ansa Foto)

Il quotidiano ‘La Repubblica‘ ha intervistato il sottosegretario di Stato al Ministero della Salute nel governo Draghi, Andrea Costa. Proprio quest’ultimo ha annunciato novità importanti sia per quanto riguarda le mascherine che per la situazione legata al Green Pass. Sulle protezioni ha rivelato che manca davvero poco al fatto che si potrà camminare all’aperto senza indossarle. Anche se, nell’ultima ordinanza circolata ieri, è emerso che non bisognerà completamente metterle nel cassetto ma portarle in giro ed usare nel caso si verificassero assembramenti o altro.

LEGGI ANCHE >>> Covid, ufficiale l’ordinanza sulle mascherine: tutto quello che serve sapere

Si tratta di una risposta che 48 milioni di cittadini attendevano da tempo. Adesso dobbiamo continuare a vaccinarci e fare in modo di non tornare indietro“. L’infettivologo Matteo Bassetti ha chiesto, ad alta voce, al governo di eliminare il Green Pass e di utilizzarlo solamente per coloro che viaggiano su treni o altri mezzi e per questioni lavorative. Sulla certificazione verde ha così aggiunto: “Mancano ancora 13 milioni di dosi. Con questo ritmo credo che in un mese avremmo raggiunto l’obiettivo. Una volta completato il booster si potrà andare a rallentare sulle misure del certificato verde“.

Non solo Covid, Costa lancia un messaggio a Toti

Covid, parla il sottosegretario alla salute Andrea Costa
Andrea Costa (Ansa Foto)

Non ha solamente parlato di quello riportato in precedenza, ma si è soffermato anche sul nuovo asse che potrebbe nascere tra il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ed il leader di ‘Italia Viva‘, Matteo Renzi.

LEGGI ANCHE >>> Covid, arrivano buone notizie: l’annuncio dal sottosegretario Costa

Queste sono state alcune delle sue parole: “Se fossi in Toti farei molta attenzione a non rivalutare le ricadute locali di una scelta del genere. Credo che anche i cittadini farebbero molta fatica a comprendere una alleanza con il suo partito“. Sulla possibilità di rimettere la delega alla Sanità e nominare un assessore: “Credo che sia la più impegnativa, soprattutto in questo momento“.

Impostazioni privacy