ESCLUSIVA – Sindaco Ghedina: “Da disperata ora Cortina è viva e attiva”

Il primo cittadino il 20 febbraio a Pechino: “Speravamo in un Natale scoppiettante, ma un anno fa era peggio. Covid? Sotto controllo”

Il Sindaco
Il Sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina (foto Ansa)

Dalla desolazione dell’anno scorso alla quasi rinascita di quest’anno. Dalle facce sconsolate e rassegnate dei ristoratori, albergatori, negozianti della passata stagione ai sorrisi soddisfatti di questo Natale. Cortina, ma anche tutti gli altri paesi limitrofi, respirano un’aria diversa rispetto a quanto succedeva un anno fa di questi tempi. L’anno scorso a Natale c’erano poche persone, adesso sembra quasi di essere vicini alla normalità. Certo una normalità sotto-Covid non è uguale a quella di sempre, ma almeno si avvicina.

LEGGI ANCHE>>Covid, Mauro da Mantova non ce l’ha fatta: morto il;no-vax; de La Zanzara

La pensa così Giampietro Ghedina, il Sindaco di Cortina che ha tutt’altro tono rispetto a un anno fa: “E’ una Cortina piena e quasi affollata, in piena attività natalizia, gli appartamenti, che sono la parte principale, visto che ne abbiamo 5000 posti letto e sono tutti in affitto, è una bella soddisfazione. Anche gli alberghi a tre stelle sono tutti esauriti, c’è qualche disdetta sui cinque stelle, qualche camera si trova ancora, anche perché gli stranieri che avevano prenotato non sono più arrivati per via del Covid e dei contagi. Insomma, pensavamo di vivere forse un Natale più scoppiettante, ma non c’è paragone alla disperazione dell’anno scorso. Siamo felici”

“Le farmacia lavorano ma non ci sono le code”

Il lago
Il lago Sorapis, nel Bellunese (foto Ansa)

Certo, i cittadini di Cortina e tutti quello che da anni lavorano da quelle parti e con la spinta delle Olimpiadi che soffia sempre più forte, speravamo che dopo un anno disgraziato come il 2020, questo sarebbe stato completamente diverso, invece è andata in modo diverso: “Eravamo partiti molto bene, poi con i contagi che sono aumentati di settimana in settimana, ma soprattutto all’estero, le cose si sono diminuite, ma non possiamo lamentarci per quella che è la situazione”. “I ristoranti sono pieni e sarà così fino all’Epifania. Stanno lavorando, c’è un clima natalizia con tutte le regole che ci sono, posso dire che è un bell’afflusso. L’anno scorso c’era la disperazione, non c’era nessuno e nessuno sciava, tanti alberghi erano chiusi, oggi è tutto aperto, ci sono gli  eventi e ci sarà il concerto di capodanno

LEGGI ANCHE>>Covid, in Campania è boom di contagi: stabilito nuovo record da inizio pandemia

Situazione tampini e covid sotto controllo: “Tamponi? Le farmacie lavorano ma non ci sono le code come in altre città, ci sono centri per i tamponi, le attività certo vengono messe sotto pressione ma non ci sono le code chilometriche. Tutto viene fatto con le dovute cautele e attenzioni. La quarantena? Se si ridimensiona, se diventa come un raffreddore per i vaccinati, sarà tutto più gestibile”. Il Sindaco Ghedina, che ha avuto il Covid proprio poco prima di Natale, ora sta meglio e il 20 di febbraio potrà andare a Pechino a ritirare la bandiera Olimpica per passaggio di consegna con Milano-Cortina. “Saremo insieme al Sindaco Sala, sarà un evento emozionante, per me e per tutta Cortina”.