ESCLUSIVA – Massimo Ferrero: “Esausto, non ce la facevo più…”

L’imprenditore romano andrà agli arresti domiciliari già stasera nella sua casa nella capitale, ha parlato con i suoi legali e non vede l’ora di riabbracciare la sua famiglia

L'imprenditore
L’imprenditore Massimo Ferrero mentre gioca a pallone a Marassi (Getty Images)

Non ci credeva nella maniera più assoluta. I suoi avvocati sia ieri sera che nella mattinata di oggi, secondo quanto risulta a Notizie.com, l’avevano avvisato sulle poche possibilità di successo davanti al Tribunale del Riesame, soprattutto Giuseppina Tenga, la sua legale ma anche fedele amica da anni. “Massimo non ci fare la bocca perché la vedo difficile” gli aveva detto il suo avvocato questa mattina poco dopo mezzogiorno e Ferrero, con tono amareggiato, aveva risposto: “Si lo so, tanto vedrai che non esco, so solo che sono esausto e non ce la faccio più“. E invece stasera riabbraccerà la moglie Manuela e i suoi due figli, con loro, dopo diciassette giorni di carcere, passerà le vacanze di Natale, anche se ai domiciliari.

L’avvocato Giuseppina Tenga, talmente contenta del successo ottenuto ha raccontato: “Ancora non l’ho sentito e non lo sentirò perché stamattina gli avevo detto così e gli avevo aggiunto, tranquillo ci sentiamo domani e ti dico tutto, invece sa che c’é? Che lo vedrò stasera e lo riabbraccerò, passerà il Natale e le festività con la sua famiglia, poi penseremo a tutto. Di sicuro Ferrero mi dovrà indennizzare per un arancino che no mangiato con l’anduja e sto male da tre giorni. E’ riuscito a rovinarmi il compleanno perché si è fatto arrestare e poi Roma-Sampdoria, visto che dovevamo andarla a vedere insieme. Adesso tornerà a casa, si rilasserà un po’ e poi penseremo a tutto, alla difesa anche perché se è a Roma lo possiamo difendere al meglio, a Milano no”.