Covid, nuove regole per i ristoranti: cosa prevede il decreto

Cambiano le regole per i ristoranti. Il Governo ha deciso di inserire delle misure ad hoc nel nuovo decreto anti-Covid. Ecco tutti i dettagli.

Ristoranti
Le nuove regole per i ristoranti decise dal Governo © Getty Images

In arrivo delle nuove regole per i ristoranti. Come riferito da La Repubblica, la cabina di regia ha dato il via libera a delle nuove misure riguardanti questi luoghi. In particolare, fino al 31 gennaio si è deciso di estendere il Super Green Pass (la certificazione verde data solamente ai vaccinati e ai guariti ndr) anche al banco.

LEGGI ANCHE <<< Covid, decisa la riduzione della durata del Green Pass: i dettagli

Quindi per prendere un caffè o un cocktail oppure mangiare un tramezzino senza sedersi al tavolo si dovrà essere immunizzati oppure aver superato il Covid. Con il tampone negativo, invece, si potrà consumare cibi e bevande solamente all’aperto. La misura, come detto, sarà valida fino al 31 gennaio, ma non è da escludere una proroga almeno fino al termine dello stato di emergenza. La decisione definitiva su una conferma di questa misura anche a febbraio e marzo sarà presa solamente nella seconda metà del prossimo mese e dopo il consueto confronto con gli scienziati.

I ristoratori pronti a lavorare solamente con i vaccinati

Ristorante
Le nuove regole dureranno fino al 31 gennaio © Getty Images

La misura dovrebbe entrare in vigore subito dopo Natale e questa porterà i ristoratori a lavorare solamente con i vaccinati già durante il cenone di Capodanno. Infatti, viste le temperature rigide, difficilmente i non immunizzati decideranno di trascorrere il 31 dicembre all’esterno per dare il benvenuto al nuovo anno.

LEGGI ANCHE <<< Scuola, gli studenti dicono sì al Green Pass ma no all’obbligo vaccinale

Le nuove regole, come detto, dureranno fino al 31 gennaio, ma non si può escludere una proroga di altri due mesi. Molto dipenderà dall’andamento dei contagi e anche dalle vaccinazioni che saranno fatte nel nostro Paese nei prossimi mesi. Dal 1° febbraio, infatti, è prevista la riduzione del Green Pass da nove a sei mesi e saranno milioni gli italiani costretti a fare la terza dose per poter andare al ristorante e in pizzeria.