Cagliari, Capozucca furioso: “Giocatori indegni, saranno cacciati!”

Il ds rossoblù a fine partita annuncia gravi provvedimenti da parte della società: “Era una gara importante, così non è ammissibile. Puoi essere scarso, ma ci devi mettere il cuore. Questo un club che va rispettato, chi non l’ha fatto sarà messo fuori rosa”. 

Stefano Capozucca Cagliari
Stefano Capozucca, ds del Cagliari, ha tuonato dopo il ko con l’Udinese: “Cacceremo i calciatori non degni di questa maglia” (Getty Images)

Una prestazione deludente? Peggio. La dirigenza del Cagliari la ritiene indegna. Il direttore sportivo Stefano Capozucca è una furia alla fine della partita con l’Udinese, che se l’è comandata in trasferta e ha demolito 0-4 i rossoblù. “Qualcuno non è degno di indossare questa maglia!”, ha tuonato nell’intervista rilasciata a Dazn. Senza giri di parole, serve una scossa per cercare la salvezza, sono in arrivo provvedimenti serissimi: “Il Cagliari ha una storia importante, quando vai in campo devi avere amore per la maglia. Certi calciatori, questo amore, non l’hanno avuto e quindi non devono più giocare qui. È la mia posizione e della società. Non può esistere una cosa del genere”. Con chi ce l’avrà nello specifico? Godin è stato disastroso (doppio errore sul primo gol subìto), in tre sono stati sostituiti all’intervallo (Nandez, Carboni e Dalbert). Basteranno poche ore per scoprirlo.

LEGGI ANCHE QUESTO: Serie A, troppa Udinese per il Cagliari: contestazione dei tifosi sardi

“Se sei modesto ci metti almeno il cuore…”

Cagliari Udinese
Crisi profonda del Cagliari, Capozucca furioso: “Puoi essere modesto, ma in campo devi mettere il cuore!” (Getty Images)

I giocatori si sono scusati a fine gara con i tifosi, il club ha fatto lo stesso con un tweet molto significativo. Capozucca ci è andato giù pesante: “Io parlo di prestazioni… anche uno modesto ci mette il cuore. Era una sfida importante e delicata, ho visto una prestazione sufficiente, senza mordente. Questo dipende da cosa hai dentro, se non hai l’amore per la maglia non sei degno di indossarla ed è giusto che te ne vai!”. La punizione non si limiterà a una multa, alcuni finiranno fuori rosa: “Cosa accadrà ora? Sicuramente qualcuno non farà più parte della squadra”. In dubbio non c’è la permanenza di Walter Mazzarri, la sua panchina non è in bilico: “Lui è l’unica certezza, rimarrà fino alla fine del campionato. Ho sentito il presidente, è convinto lui e siamo convinti tutti, rimarrà con noi”. Capitolo mercato, a gennaio dovrà arrivare qualcuno a maggior ragione: “Qualcosa sicuramente faremo, abbiamo delle idee che collimano con quelle dell’allenatore. Faremo ciò che è nelle nostre possibilità”.