Caso Beccaglia, la decisione di Toscana Tv su Giorgio Micheletti

Toscana Tv ha deciso di prendere un provvedimento nei confronti del giornalista che era in diretta nel momento della molestia a Greta Beccaglia. 

Giorgio Micheletti
Giorgio Micheletti, il giornalista di Toscana Tv in diretta al momento della molestia (screenshot video Youtube)

Il caso Greta Beccaglia continua a far discutere e nelle scorse ore è arrivato anche il provvedimento nei confronti di Giorgio Micheletti, il giornalista di Toscana Tv in diretta al momento della molestia alla collega. Come riferito da La Repubblica, l’azienda ha deciso di sospenderlo in attesa di chiarire meglio lo svolgimento dei fatti.

LEGGI ANCHE <<< Boom di seguaci per Greta Beccaglia: in pochi giorni più di 80 mila followers

Il conduttore della trasmissione A Tutto Gol è stato molto criticato, anche sui social, per aver pronunciato la frase “non te la prendere” al momento della molestia a Greta Beccaglia. Una dichiarazione interpretata da molti, anche dall’Ordine dei Giornalisti della Toscana, come un tentativo di minimizzare quanto successo. Una versione che è stata immediatamente smentita dallo stesso giornalista in un’intervista a La Repubblica.

Il giornalista: “Volevo calmare Greta”

Giorgio Micheletti
Giorgio Micheletti, giornalista di Toscana TV (screenshot video Youtube)

A spiegare la frase è stato lo stesso Micheletti ai microfoni del quotidiano nazionale. “In un primo momento – ha ammesso il giornalista – ho pensato subito ad un episodio veniale, ma subito dopo ho visto che trattava di qualcosa di serio. La mia intenzione non era assolutamente di sminuire l’accaduto, volevo solamente calmare Greta e farla restare lucida. Del resto non mi interessava […]“.

LEGGI ANCHE <<< Caso Greta Beccaglia: individuato il tifoso che l’ha molestata

Il conduttore si è soffermato anche sulla possibilità di gestire la vicenda in molto diverso: “Parlare dopo è sicuramente più semplice […]. Solitamente mi ispiro alla regola delle 10p: prima pensa, poi parla, perché parola poco pensata porta pena. Purtroppo questa volta non sono riuscita ad applicarla anche per questioni di tempo. Sono stato poco lucido e mi scuso per quanto successo […]“.

Il giornalista attraverso i microfoni di La Repubblica ha anche aggiunto: “Sono davvero rimasto basito dai commenti che hanno dato solo leggendo o guardando un video di dieci secondi. Tutto questo mi ha fatto davvero male […]“.

Impostazioni privacy