Qualcuno potrebbe spiarti su WhatsApp. Ecco come scoprirlo

Hai timore di essere spiato su WhatsApp? Vediamo insieme un modo efficace per scoprire se qualcuno legge le nostre chat.

Qualche trucchetto per scoprire se qualcuno ci spia su WhatsApp – Notizie.com

Sai se qualcuno ti spia su WhatsApp?

Ormai WhatsApp è la app di instant messaging più utilizzata al mondo. Nonostante lo storico down di lunedì 4 ottobre 2021, gli utenti continuano a preferirla alla concorrente Telegram che nel mentre continua a macinare record di installazioni. Ma a quanto pare, Telegram viene scelta più come alternativa che scelta di utilizzo quotidiano.

E proprio perché siamo in tanti a utilizzare WhatsApp (2 miliardi di utenti attivi in tutto i mondo con una media di 100 miliardi di messaggi al giorno) la sicurezza e la prevenzione devono essere la base del suo utilizzo.

Quante volte ci è venuto il dubbio che le nostre chat possano essere lette da qualche terzo incomodo o peggio che i nostri dati possano essere utilizzati in maniera fraudolenta?

Alla fine in quella piccola icona verde c’è parte attiva della nostra vita. I contatti, le emozioni, quello che pensiamo, i nostri dubbi, paure, quello che ci piace e perfino la nostra voce o un nostro video o ancora un documento riservato.

LEGGI ANCHE: Whatsapp, le sorprese non finiscono mai: l’ultima sorprendente novità

Ecco tre trucchi semplici semplici

Tutto dunque passa per WhatsApp. Ecco quindi qualche trucco per capire se qualcuno sta spiando le nostre conversazioni:

  1. Un modo semplice riguarda la funzione stato. Dobbiamo per prima cosa assicurarci che il nostro stato sia ben visibile anche agli altri utenti, per farlo basta andare a controllare nelle impostazioni della privacy, dopodiché andiamo sul Play Store per scaricare WhatTrack for WhatsApp. In questo modo, nell’applicazione scaricata apparirà la lista di nomi che nel corso della giornata hanno spiato il profilo dell’utente. Dall’app è possibile quindi visionare tutti i nomi degli utenti registrati.
  2. Il secondo modo è simile al primo: dobbiamo sempre assicurarci che tutti i contatti possano accedere al nostro stato e lo si fa controllando nelle impostazioni di privacy. Per scoprire chi ci segue, dovremo pubblicare spesso e quindi aggiornare il nostro stato tramite foto, video, gif, commenti. Basteranno circa 10 aggiornamenti, poi, prima che siano passate le canoniche 24 ore che faranno sparire gli stati, andiamo nella sezione Stato e selezioniamo i tre puntini che appariranno accanto alla sezione Il mio stato. Qui possiamo visualizzare il contatore delle visite. A questo punto dobbiamo scorrere il contatore delle notifiche con il dito dal basso verso l’alto a ogni notifica. In questo modo si vedranno i contatti che hanno effettuato la visualizzazione. Potremo quindi annotare chi sono coloro che appaiono più volte tra queste notifiche, e scoprire in tal guisa chi è che ci segue con maggiore frequenza.
  3. Un terzo modo per essere sicuri di non essere spiati riguarda la geolocalizzazione del nostro dispositivo, che può essere utilizzata per conoscere con esattezza la reale posizione del nostro smartphone. Andiamo su WhatsApp, sempre 3 puntini, impostazioni, successivamente cliccate “Account”, poi Privacy, infine scorrendo in basso, c’e scritto “Posizione in tempo reale”. Se vediamo il nome di qualcuno, significa che quell’utente può visualizzare con esattezza dove ci troviamo.Se clicchiamo su Interrompi la Condivisione, le persone non potranno più sapere dove ci troviamo