L’anagrafe diventa digitale, scaricato il primo certificato: come funziona

Da lunedì 15 novembre l’anagrafe diventa digitale. E’ stato scaricato, intanto, il primo certificato. Tutti i dettagli.

Anagrafe digitale
Anagrafe digitale (screenshot video YouTube)

L’anagrafe è pronto a diventare digitale. Il processo di rendere più agile la pubblica amministrazione entra nel vivo e da lunedì 15 novembre tutti gli italiani potranno ottenere questo documento in forma gratuita accedendo direttamente a queste due piattaforme: www.anagrafenazionale.interno.it o www.anagrafenazionale.gov.it.

LEGGI ANCHE <<< Roma, detenuto evade dall’ospedale: SAPPE accusa e chiede aiuto a Draghi

Il primo ad entrare in possesso di questo certificato è stato il presidente Mattarella. Come riferito dal ministero dell’Innovazione tecnologica, citato da La Repubblica, il Capo dello Stato nelle scorse ore è riuscito a scaricare il documento e dare ufficialmente il via a questa nuova era fortemente voluta dal premier Draghi appena dopo il suo arrivo a Palazzo Chigi.

Si tratta, come detto, di una novità assoluta che ha come principale obiettivo quello di digitalizzare il Paese. Un percorso iniziato ormai da qualche settimana e che presto potrebbe vedere altre novità importanti.

Come funziona

Certificato anagrafe digitale
Uno dei passaggi per ottenere il certificato digitale (screenshot video YouTube)

I passaggi sono molto semplici a quelli previsti per entrare in tutte le altre amministrazioni pubbliche. Per poter entrare nel proprio profilo e scaricare dai due portali i certificati, bisogna essere in possesso della propria identità digitale (SPID o CIE).

LEGGI ANCHE <<< Ddl Concorrenza, Draghi ed il suo governo danno l’ok: tutte le informazioni

Una volta aver completato le richieste di ingresso, il cittadino potrà decidere di entrare in possesso in modo gratuito (eliminato quindi il bollo) dei 14 certificati che sono presenti in questi portali come per esempio quello di nascita, di matrimonio o di residenza. La richiesta potrà essere fatta anche per un familiare. In questo caso verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui chiedere il certificato.

Si tratta di una novità sicuramente importante nel processo di digitalizzazione del Paese iniziato ormai da qualche mese. Da lunedì 15 novembre, quindi, non ci sarà più bisogno di recarsi al Comune per chiedere, per esempio, il certificato di nascita.