Scuola, stabilito nuovo record: chi è l’insegnante più giovane d’Italia

Scuola, stabilito un nuovo record: chi è l’insegnante più giovane d’Italia. Scopriamo insieme quanti anni ha e dove presterà servizio

Scuola, stabilito un nuovo record
Scuola (screenshot video YouTube)

Se non è un record per la scuola poco ci manca. Da pochi mesi ha compiuto 20 anni ed è già un insegnante. No, non è uno scherzo ma è tutto vero per Salvatore Scillanga. Quest’ultimo, infatti, è il professore più giovane del nostro paese. Non si tratta della sua prima esperienza a dire il vero, visto che già a gennaio di quest’anno è stato chiamato per mettersi dietro la cattedra e fare lezioni ai suoi “alunni”. Un certo effetto se si pensa che con questi ultimi hanno pochi anni di differenza, se non mesi. Ha prestato servizio nella scuola in provincia di Varese, precisamente a Gallarate nell’Istituto ‘Gadda Rosselli‘.

LEGGI ANCHE >>> Maltempo Sicilia, crolla il tetto di una scuola e arriva l’appello: “Non uscite”

In molti (non potrebbe essere altrimenti) si stanno chiedendo una semplice cosa: come ha fatto? La risposta è molto semplice. Dopo aver preso il diploma ha raccolto subito i 24 crediti formativi che servono per insegnare, presentando la domanda per eventuali supplenze. Probabilmente non ci credeva neanche lui visto che è stato chiamato da una scuola. Nel frattempo, però, il 20enne si è anche iscritto all’università. Questo è quello che riporta il sito ‘Skuola.net’ che lo ha intervistato.

Scuola, Salvatore Scillanga è il prof. più giovane d’Italia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Salvatore Scilanga (@scilangas)

Il prof. Scillanga ha svelato che il suo sogno è sempre stato quello di insegnare in un edificio scolastico. Ha anche rivelato che, ogni giorno che passa, impara sempre qualcosa di più dal punto di vista lavorativo ma anche col rapporto con i suoi alunni. Il suo obiettivo è quello di mettere a proprio agio chi ha di fronte, non facendo mancare mai il rispetto ed anche il senso di responsabilità.

LEGGI ANCHE >>> Niger, incendio in una scuola: bilancio drammatico, coinvolti i bambini 

Se qualche studente è in difficoltà ed ha bisogno di aiuto di certo non ha nessuna intenzione di tirarsi indietro. Anzi: è pronto a mettersi in prima linea e offrire tutto se stesso. La sua prima esperienza come docente, infine, è iniziata con la ‘Dad’ per via della pandemia: ha raccontato che all’inizio non è stato per nulla facile.