Dramma India, onda tossica invade fiume sacro Yamuna [VIDEO]

Una schiuma bianca e densa ha avvolto uno dei posti più sacri dell’India, la gente protesta col governo

Protesta Indù
Una persona si immerge nel fiume sacro Yamuna (screenshot notizie.com)

Incredibile, ma vero. Un’onda tossica circonda gli indiani. Uno dei fiumi più sacri dell’India, lo Yamuna, è ricoperto di schiuma tossica, bianca e densa che sta creando problemi a non finire alla povera gente. E non è la prima volta, soprattutto nelle ultime settimane. La situazione, infatti, si aggiunge a quanto già stanno vivendo i residenti di New Delhi che da giorni sopportano una coltre di smog denso sulla capitale.

La colpa della schiuma tossica, secondo il governo della città, è da ritrovare nei “liquami pesanti pesanti e rifiuti industriali”, scaricati nel fiume già dalla scorsa settimana. La gente non ce la fa più e protesta ferocemente. Le devote Indù sono costrette da giorni a lavarsi i capelli e accendono l’inceso e pregano,, il rituale prevede un bagno, purtroppo nell’acqua sporca dello Yamuna.

“La causa sono gli scarichi illegali dei rifiuti industriali”, la protesta degli indiani verso il Governo

Mucca tossica
Una mucca, animale sacro in India, è costretta a bere nel fiume lurido e pieno di schiuma tossica

“Tutte queste cose sono provocate dagli scarichi illegali dei rifiuti industriali, la responsabilità è del Governo che non fa nulla per realizzare dei depuratori adatti”, protestano gli attivisti che non ce la fanno più nel vedere una simile vergogna. Una schiuma composta da detersivi e rifiuti industriali e ammoniaca che galleggia nel fiume Yamuna, affluente del Gange e arriva in tutta l’India.

A rischio la riserva idrica della gente di New Delhi, anche perché i livelli di inquinamento sono sedici volte superiori ai livelli fissati dall’Organizzazione mondiale della Sanità. Secondo i medici, la schiuma può provocare allergie, problemi neurologici e ormonali. “L’inquinamento è la causa principale delle nostre malattie, di quelle che ci sono in India, ma loro vengono, guardano e alla fine non fanno mai nulla”, le parole piene di amarezza di alcune persone che sono state intervistate dal Tg1.