Schevchenko-Genoa, era destino: il motivo lascia tutti a bocca aperta

L’ex pallone d’oro sostituirà Davide Ballardini sulla panchina dei rossoblu. Un club che era nel suo destino. Per una ragione inaspettata

Schvchenko intervista
Schevchenko, alla prima esperienza su una panchina di serie A

Il pareggio all’89’ di Flavio Bianchi contro l’Empoli, che ha permesso al Genoa di agganciare il pareggio (2-2) sul campo dell’Empoli, non basterà a Davide Ballardini per salvare la sua panchina. Il tecnico rossoblu ha raccolto nelle ultime tre gare, contro Spezia, Venezia ed Empoli, solo tre punti frutto di altrettanti pareggi. La nuova proprietà del Genoa, 777 Partners, che effettuerà il closing il prossimo 15 novembre era presente al completo al Castellani, ed è pronta al cambio in panchina. Alla guida dei rossoblù verrà chiamato l’ex pallone d’oro Andrij Schevchenko. Per l’ex attaccante del Milan e c.t. della nazionale ucraina sino agli scorsi europei è pronto un contratto biennale con opzione per una terza stagione. Prima però dovrà essere esonerato l’attuale allenatore Davide Ballardini che in 12 partite sino ad ora disputate ha raccolto appena 9 punti.

LEGGI ANCHE: Milan appeso ad un filo in Champions

Shevchenko è stato uno degli attaccanti più prolifici del calcio europeo tra la fine degli anni novanta e i primi anni 2000. Con la maglia del Milan ha segnato 175 gol in 322 partite ed ha vinto uno scudetto, una Champions League, una Supercoppa Europea e una Coppa Italia. Nella sua bacheca anche 5 campionati ucraini e due Coppe di Lega in Inghilterra con la maglia del Chelsea. Individualmente (oltre ad una lunga serie di titoli di capocannoniere), ha portato a casa il pallone d’oro nel 2004. La sua esperienza da allenatore è al momento limitata alla panchina della nazionale ucraina, che ha guidato nell’ultima edizione dei campionati Europei. Schevchenko si è seduto sulla panchina della sua Nazionale 52 volte, collezionando 25 vittorie, 13 pareggi e 14 sconfitte.

LEGGI ANCHE: Il Milan piange Gino Maldera

Il Genoa nel destino di Schevchenko

Il Genoa si affiderà a lui per cercare di risalire la china e raggiungere la salvezza dopo un inizio di campionato stentato. I rossoblu (in attesa che la dodicesima giornata si completi) si trovano al quart’ultimo posto con una sola lunghezza di vantaggio sullo Spezia e due sulla Salernitana. Ma il Genoa era evidentemente nel destino di Shechenko. I grifoni sono una delle pochissime squadre a cui non ha mai fatto gol: Scheva li ha affrontati una sola volta il 14 settembre del 2008, in un match che i rossoblu vinsero 2-0 con le reti di Milito e Sculli. Schevchenko, che in Italia ha segnato praticamente a tutti i club che ha affrontato, ha risparmiato proprio i rossoblu. Un evidente segno del destino.