Lazio mini-rivoluzione, in arrivo big da Svezia e Portogallo

La Lazio si muoverà sul mercato invernale, cederà almeno tre o quattro giocatori e ne prenderà un difensore, un attaccante e un altro esterno. Forse un addio inaspettato

Maurizio Sarri Conferenza Europa League
Il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri

La Lazio si sta trovando, ma per Sarri manca ancora qualcosa per far sì che tutto giri meglio e si avvicini alla perfezione. Aveva parlato di anno di costruzione e transizione, ma questo non significa che la squadra non possa essere migliorata cammin facendo. E così sarà. Il tecnico vorrebbe un nuovo difensore, un esterno difensivo, un attaccante o un altro esterno d’attacco. Il direttore sportivo Igli Tare sta già lavorando in tal senso, tanto che ha già cominciato il suo mini-tour europeo. Da piazzare ci sono Muriqi, Vavro, Jony e forse Radu che potrebbe chiedere di andare via.

Su alcuni qualche movimento c’è. Su Vedat Muriqi il Fenerbaceh ma anche il Galatasaray si stanno muovendo. Per ora il primo sta provando a riportarlo in Turchia con la formula del prestito, ma se la Lazio lo cederà, vuole delle garanzie che venga riscattato, quanto meno a 10-12 milioni di euro. Non facile ma nemmeno impossibile. Vavro e Jony dovrebbero essere ceduti a titolo definitivo (anche per una questione legata alle tasse), soprattutto il secondo. Entrambi in Spagna. Chi potrebbe andare via in maniera del tutto inaspettata è Stefan Radu. Il romeno sta giocando poco e potrebbe chiedere di essere ceduto, su di lui si era mossa sempre il Fenrbaceh, ma l’Inter ha avere una corsia preferenziale.

Occhio in Svezia per Ahmedzodzic e in Portogallo per Cabral

Il presidente della Lazio Claudio Lotito (screenshot da youtube)

Maurizio Sarri vorrebbe un difensore centrale e un esterno di difesa. Per il primo ruolo, la Lazio sta seguendo da tempo Anel Ahmedhodzic del Malmoe. Un centrale altro 192 centimetri, dinamico e potente. La società svedese chiede una decina di milioni di euro, per la società biancoceleste sono tanti, anche se allo stesso tempo gli svedesi non disdegnano la possibilità di parlare di prestito, purché ci sia un riscatto obbligatorio a giugno a cifre che oscillano tra gli 8-10 milioni di euro. In estate c’era stato qualche ammiccamento, ma poi non se ne è fatto più nulla. Anche Atalanta e Milan sono sulle sue tracce.

In difesa come esterno, l’allenatore avrà Kanemovic che l’estate scorsa, pur avendo il contratto con la Lazio, alla fine la società decise di non tesserarlo. A gennaio cambierà tutto e farà parte della rosa. In avanti, Tare sta studiando la possibilità di arrivare a un colpo: prendere Jovane Cabral dallo Sporting Lisbona. E’ un esterno offensivo che gioca su entrambe le fasce, tutto dribbling e una velocità impressionante. Prima di arrivare a Zaccagni, la Lazio era stata vicinissima al capoverdiano, ma poi non ha chiuso l’operazione, troppo complicata e rischiosa per farla negli ultimi giorni di mercato. Ora tutto è possibile. La Lazio rinforzerà la rosa e accontenterà Sarri che così potrà provare a dare l’assalto alla Champions League.