Sarri e la descrizione ‘insolita’ dell’Atalanta: “L’ha detto anche Guardiola”

Il tecnico dei biancocelesti alla vigilia del match contro i nerazzurri, cita Guardiola che coniò un paragone particolare sugli uomini di Gasperini

Maurizio Sarri Conferenza Europa League
Il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri

Dopo il successo contro la Fiorentina, per la Lazio di Maurizio Sarri è già tempo di un ulteriore banco di prova. I biancocelesti saranno impegnati sul campo dell’Atalanta, in un vero e proprio scontro diretto per la lotta ad un posto in Champions League. Obiettivo che negli ultimi anni i biancocelesti, come ricordato dal tecnico toscano, hanno raggiunto solo una volta: “La Lazio ha fatto un ingresso in Champions negli ultimi anni nel periodo in cui Inter e Milan non c’erano, o comunque erano in un periodo marginale. Ora si è un po’ complicato il tutto, il mio arrivo non può capovolgere la situazione”.

Sarri: “Giocare con l’Atalanta è come andare dal dentista”

Sarri e Gasperini
Maurizio Sarri e Gian Piero Gasperini, tecnici di Lazio e Atalanta

Il tecnico toscano invita tutti i tifosi alla calma. “Si può iniziare un percorso con il lavoro, la determinazione e la fame: così è possibile capovolgere certe aspettative, ma sono percorsi lunghi. Alla fine vedo che anche in Europa vincono quasi sempre le squadre economicamente più forti, qualche posizione la si può ribaltare, ma ribaltare tutto diventa complicato”. Sul match contro l’Atalanta: “Proveremo a imporre il nostro gioco consapevoli che domani affronteremo una grande squadra. L’Atalanta da qualche anno sta facendo un percorso straordinario, di grande livello di aggressività e intensità. Ha grande palleggio, la vedo come una squadra completa: come dice Guardiola è come andare dal dentista, puoi uscire indenne, ma senti male lo stesso. Servono tante qualità”.

Sarri ha poi parlato delle condizioni di Luis Alberto e Cataldi, in dubbio per la trasferta di Bergamo. “Devo ancora valutare le loro condizioni, ieri abbiamo svolto solo un lavoro di scarico. Le gare in trasferta? Vanno giocate come quelle che disputiamo all’Olimpico. Finora abbiamo pagato la poca intensità che abbiamo messo nelle partite giocate lontano da Roma“.