Usa, che tragedia: uccide la figlia 16enne scambiandola per un ladro

A Columbus, capitale dell’Ohio, un padre ha sparato nella propria casa pensando fosse in corso un furto: inutile la corsa all’ospedale, la ragazza è stata dichiarata morta. Nel 2016 era successa la stessa cosa a Cincinnati: in quel caso la vittima fu un giovane di 14 anni che stava andando a scuola.

Polizia Usa
Negli Stati Uniti si è consumata una tragedia incredibile: il padre ha sparato alla figlia pensando a un furto in corso (Getty Images)

Una storia incredibile, purtroppo vera e successa negli Stati Uniti. Un papà ha scambiato per un ladro la figlia di 16 anni e le ha sparato: il colpo è stato mortale per la ragazza, freddata dall’arma che l’uomo possedeva in casa. Pensava fosse un intruso, nel cuore della notte infatti era scattato il sistema di allarme che però era stato azionato proprio dall’adolescente. Non c’è stato nulla da fare, la corsa in ospedale è stata inutile per la giovane, dichiarata morta una volta arrivata. Non è stato contestato nessun reato per ora, ma l’episodio naturalmente resta sotto indagine. La tragedia si è consumata a Columbus, capitale dell’Ohio, e ha scosso l’intera comunità.

LEGGI ANCHE QUESTOUSA, tragedia in California: uomo ucciso da squalo

Non è la prima volta che accade negli Stati Uniti: il caso di Cincinnati

Polizia Usa

Non è la prima volta che negli Stati Uniti accade qualcosa del genere. Anzi, nel 2016, in una vicenda pressoché identica, a farne le spese era stato Georta Mack, ragazzo di soli 14 anni ucciso dal padre, che anche in quel caso lo aveva scambiato per un ladro. Il 73enne pensava di essere solo in casa e verso le 6.30 aveva sparato – vedendo un’ombra nel seminterrato – alla nuca del figlio che invece si era alzato presto per andare a scuola. Cinque anni dopo ecco un’altra storia simile. Stesso errore, stessa tragica fine per i due ragazzi coinvolti.