Lazio, record di positivi: verso il giallo a Gennaio

Numeri record con 5248 casi. Dati che se confermati porterebbero la Regione in giallo nella prima settimana di gennaio.

quarantena regole cts
Record di contagi nel Lazio con 5248 positivi(Getty Images)

Continuano ad aumentare i contagi in tutte le regioni italiane. Oggi è il Lazio a far registrare il suo record di casi. Sono 5248, le persone positive al Covid in tutta la regione. Record assoluto dall’inizio della pandemia. Dato, registrato grazie al numero sempre crescente di tamponi esaminati. L’indice Rt resta nella norma, con un leggero aumento all’ 1.08. In rialzo i tassi di occupazione di area medica e intensiva rispettivamente al 15% e al 10%. Dati che se confermati porterebbero la Regione in giallo nella prima settimana di gennaio.

LEGGI ANCHE: Vaccini, clamorosa decisione di Israele: novità sulla quarta dose

In diminuzione (da 9 a 10) i decessi;  1.070 i ricoverati (+45), 147 le terapie intensive (+12) e +1.188 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 5,9%. I casi nella capitale sono stati 2.381. Per fermare lo sviluppo della variante Omicron, la Regione ha fatto partire le vaccinazioni in notturna. Sono online gli slot per prenotare la dose booster con somministrazione a partire dalla giornata di domani presso i centri dell’Eur, La Vela Tor Vergata e di Fiumicino Lunga Sosta. Inoltre aperte le agende per la prenotazione anche negli altri Hub in notturna sempre con prima dose sempre a partire da domani: Roma Termini e il Palasport di Tivoli” aggiunge l’Unità di Crisi.

LEGGI ANCHE: Lazio zona gialla? Zingaretti: “Molto probabile, ma…”

Nella giornata di ieri somministrati oltre 61 mila vaccini ovvero il 30% in piu’ del target commissariale. Sono oltre 30 mila le somministrazioni del vaccino pediatrico, mentre il 40% degli adulti ha effettuato la dose booster: 1,9 milioni le dosi somministrate e l’obiettivo è di 2 mln entro la fine dell’anno. Quasi terminate le forniture degli anticorpi monoclonali, e la Regione ha chiesto al ministero della salute e alla struttura commissariale di fornirci ulteriori dosi: “abbiamo registrato un aumento del 34% nell’utilizzo”, fanno sapere. In vista del Capodanno sono stati poi rafforzati i controlli nel centro della Capitale e nelle altre zone della movida.