Meteo OGGI domenica 26 dicembre PREVISIONI in TEMPO REALE

Meteo OGGI domenica  : previsioni di domenica 26 dicembre. In tempo reale il meteo e le condizioni della nostra penisola. Previsti: maltempo generale al nord Italia. Piogge, nuvole e nebbie al centro e addensamenti in aumento al sud italia. Continua per scoprire le previsioni nel dettaglio.

Nord:
Spesse velature sulle aree alpine e prealpine, mentre estesa nuvolosità bassa interesserà e restanti zone con lievi piogge su levante ligure, pianura emiliano-romagnola pianure lombarda e veneta, nonché lungo le aree costiere friulane; fenomeni più diffusi e consistenti interesseranno invece i rilievi dell’Emilia-romagna.

Centro e Sardegna:
Molte nubi compatte su tutte le regioni associate a piogge e rovesci diffusi, anche temporaleschi, dapprima sulla Sardegna, e poi dal pomeriggio, su Toscana, Umbria e Marche; i fenomeni risulteranno localmente intensi sulle regioni tirreniche e sul settore umbro. Attesa una attenuazione delle precipitazioni dalla sera sull’isola e sull’area Toscana.

Sud e Sicilia:
Addensamenti nuvolosi compatti su Molise, Campania, Puglia settentrionale e Basilicata tirrenica con precipitazioni sparse, più diffuse su Molise occidentale e settore campano, con temporali localmente anche intensi su quest’ultima regione; velature anche spesse sul resto del sud, salvo annuvolamenti più significativi associati a rovesci sparsi che intesseranno in serata il restante territorio pugliese, la Calabria settentrionale e l’entroterra siciliano.

Temperature:
Minime in flessione su coste romagnole e marchigiane; in rialzo su ponente ligure, val padana, entroterra sardo, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia orientale; stazionarie altrove; massime in lieve rialzo al nord, su gran parte del meridione e sulla Sicilia settentrionale; in diminuzione sulla Sardegna; senza variazioni di rilievo sul resto d’Italia.

Venti:
Deboli variabili al nord e settentrionali sulla Toscana con rinforzi serali di bora sulle coste adriatiche; moderati dai quadranti meridionali sul resto del paese con ulteriori rinforzi su Sardegna, Umbria, Lazio, rilievi abruzzesi, Molise e Campania.

Mari:
Da mossi a molto mossi mar e canale di Sardegna, tirreno, basso adriatico e ionio; da poco mosso a mosso l’adriatico settentrionale- mossi i restanti bacini.