Covid, Giorgetti contro i virologi: lo sfogo del ministro in cabina di regia

In cabina di regia il ministro Giorgetti ha chiesto al premier Draghi una riflessione sulla comunicazione sul Covid.

Giancarlo Giorgetti
Lo sfogo del ministro Giorgetti in cabina di regia © Getty Images

Il decreto Festività è stato approvato all’unanimità dal Governo ma non sono mancati momenti di tensione durante cabina di regia e il Consiglio dei ministri. In particolare, nella prima riunione il leghista Giorgetti ha chiesto al premier Draghi una riflessione sulla comunicazione sul Covid.

LEGGI ANCHE <<< Covid, decisa la riduzione della durata del Green Pass: i dettagli

Come riferito da TgCom24, il titolare del Mise ha sottolineato come “inizia ad esserci un po’ di insofferenza nei confronti di tutte quelle persone (i virologi ndr) che hanno la verità in tasca, ma puntualmente vengono smentite dai fatti […]. In tempo di pandemia, non possono essere gli ascolti l’unica discriminante nelle scelte degli ospiti in televisione quando si parla di un argomento molto delicato come quello del coronavirus e delle conseguenze sulle persone“.

La presenza dei virologi in televisione fa discutere

Giancarlo Giorgetti
Giorgetti contro l’invasione dei virologi in tv © Getty Images

Le parole di Giorgetti riaprono il dibattito sull’invasione dei virologi in televisione. Da tempo la Lega chiede un cambio di passo sulla comunicazione sul Covid e quanto detto dal ministro dello Sviluppo Economico potrebbe portare il presidente del Consiglio a rivedere la strategia e ritornare sulla linea adottata subito dopo il suo insediamento a Palazzo Chigi.

LEGGI ANCHE <<< Covid: Dl Festività, Provvedimento rigido per le discoteche e via polemiche

Nei primi mesi della sua esperienza da premier, infatti, Draghi aveva chiesto ai ministri e al Comitato tecnico-scientifico di parlare con una sola voce e soprattutto in presenza di novità importanti da comunicare agli italiani. Una linea che, come abbiamo potuto notare, si è persa con il passare dei mesi.

Ora le parole di Giorgetti hanno riaperto questo dibattito e non è da escludere che il premier possa chiedere alla sua maggioranza di ridurre al minimo la presenza in televisione e parlare sono quando ci sono novità importanti. Una linea che presto potrebbe essere richiesta anche a tutti gli altri esperti che ormai da mesi sono una presenza fissa nei programmi televisivi.