Mascherine all’aperto, feste, Ffp2 negli stadi: tutte le nuove misure

Dalle mascherine al divieto di feste all’aperto. Dal rientro a scuola alla terza dose per le feste al chiuso. Ecco le nuove misure

Le decisioni del Governo dopo la cabina di Regia – Ansa Foto –

E’ durata poco più di due ore la cabina di regia indetta dal Governo per decidere le nuove misure per frenare la diffusione del Covid in Italia. Tante le novità che stanno emergendo e che riguardano l’uso delle mascherine, l’obbligo vaccinale per determinate categorie e la durata del Green Pass. Andiamo ad elencare le più importanti novità emerse dall’incontro che si è svolto a Palazzo Chigi.

Obbligo di mascherine all’aperto

E’ ancora aperta la partita che riguarda le nuove misure da mettere in campo per contrastare la diffusione della variante Omicron. Fatta salva la decisione di imporre l’uso di mascherine all’aperto in tutta Italia, infatti, secondo quanto si apprende al termine della cabina di regia presieduta da Mario Draghi, sarebbe ancora in corso il dibattito sulla necessità di prevedere i tamponi anche per i vaccinati (magari per chi ha fatto solo due dosi) e sulla possibilità di imporre le mascherine Ffp2 in alcuni ambienti chiusi. Mascherine Ffp2 che saranno invece obbligatorie in cinema, teatri e per eventi sportivi, nonché sui mezzi di trasporto, anche TPL. Tutti i tifosi che vorranno assistere alle gare negli stadi dovranno necessariamente indossare mascherine Ffp2. Il Governo ha pensato anche di calmierare i prezzi per questo tipo di mascherine.

La cabina di Regia verso l’obbligo di mascherine all’aperto – Ansa Foto –

Vietate le feste all’aperto. Nei locali solo con terza dose o tampone

Decisa invece la stretta sulle feste all’aperto. Fino al 31 dicembre sono vietati eventi e feste che implichino assembramenti all’aperto. E’ uno dei punti sui quali si sarebbe trovato un accordo nella cabina di regia anche con l’obiettivo di uniformare le misure in tutta Italia visto che alcune regioni e sindaci si erano già mossi in questa direzione. Sempre in tema veglioni, per poter partecipare ad una festa in un locale o per andare a ballare in discoteca tra il 28 e il 31 dicembre bisognerà aver fatto la terza dose del vaccino oppure avere l’esito negativo di un tampone se si è ancora in attesa del booster. Questo l’orientamento del Governo.

Vietate le feste all’aperto per l’arrivo del nuovo anno – Ansa Foto –

Screening per il rientro a scuola

Preoccupazione infine per il ritorno a scuola degli studenti dopo le vacanze. Per consentire il ritorno in classe in sicurezza  potrebbe esserci uno screening straordinario degli studenti. E’ una delle ipotesi, secondo diverse fonti, che sarebbe emersa nel corso della cabina di regia sul Covid e che dovrà essere decisa dal Consiglio dei ministri dopo che nella conferenza stampa di fine anno il presidente del Consiglio Mario Draghi ha escluso il prolungamento delle vacanze e ribadito che si farà di tutto per evitare la Dad. Ad occuparsi dello screening, dicono sempre le fonti, dovrebbe essere il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo.