Covid, Gravina: “Abbiamo solo un problema: le Asl”

A seguito del rinvio di Udinese-Salernitana, il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha commentato la decisione della Asl di bloccare il club campano.

Gabriele Gravina
Il presidente della Figc Gabriele Gravina (Facebook)

Contro il volere di tutti gli appassionati di calcio, la partita Udinese-Salernitana, valevole per la 19esima giornata di Serie A, non si giocherà oggi alle 18:30. La Asl di Salerno ha infatti impedito la partenza verso Udine del club campano. Questo a causa della positività al Covid-19 di due calciatori e un componente del gruppo squadra della Salernitana. Il gruppo squadra è in isolamento fiduciario a causa della situazione, e la partita è rinviata a data da destinarsi.

LEGGI ANCHE >>> Udinese-Salernitana si gioca o no? Arriva il comunicato UFFICIALE

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha commentato la vicenda. “Il protocollo è chiaro, ha sempre funzionato. Abbiamo solo un problema: le Asl. Possiamo fare poco in quel frangente. Oggi intervengono in maniera diffusa”. Queste le parole di Gravina, che è intervenuto in conferenza stampa per commentare il rinvio di Udinese-Salernitana. Rinvio dovuto alla mancata partenza dei campani legata al blocco della Asl emerso in seguito ai casi di positività nel gruppo squadra della Salernitana.

Gabriele Gravina
Il presidente della Figc Gabriele Gravina (Facebook)

Il problema“, ha aggiunto Gravina, “è che a livello di legge nazionale vi è l’autonomia delle singole Asl e delle singole regioni nell’adozione di provvedimenti inconfutabili“. Il presidente della Figc ha inoltre detto: “Ho solo un interlocutore: il ministro Speranza. Comunque stiamo provando ad avviare una discussione con le autorità sanitarie ma è un compito immane. Si auspica un tavolo di confronto collegiale“. Infine, il presidente della Figc ha effettuato un commento legato alla crescita di casi di positività al Covid-19 in Serie A. “C’è un’esplosione di contagi che sta colpendo vari calciatori vaccinati con seconda dose. Per fortuna da noi i No Vax non hanno spazio. Speriamo che in tempi molto rapidi si arrivi ad una regressione della crisi pandemica”.

LEGGI ANCHE >>> Salernitana, la replica al trustee: “Noi abbiamo offerto 40 milioni”

Gravina è al centro del dibattito calcistico attuale, considerate le sue dichiarazioni sulla cessione della Salernitana. Al termine del consiglio federale, Gravina ha confermato la deadline del 31 dicembre per la cessione del club campano, pena l’esclusione dal calcio professionistico. Un periodo estremamente difficile per i tifosi granata.