L’Atalanta frena ancora: Shevchenko blocca Gasperini

I nerazzurri non riescono a riscattare la brutta sconfitta casalinga contro la Roma e vengono fermati (0-0) dai rossoblu

Atalanta fermata sul campo del Genoa_ finisce 0-0 – GettyImages –

Continua il momento negativo dell’Atalanta, che dopo la pesante sconfitta casalinga contro la Roma, viene fermata anche dal Genoa di Shevchenko. I nerazzurri chiudono il girone d’andata e l’anno solare con un punto in due partite, allontanandosi dalla lotta per il vertice e rischiando di compromettere la battaglia per il quarto posto. Gasperini non può sorridere. Anche in virtù dell’infortunio di Zapata, costretto a lasciare il campo al termine del primo tempo. Buon punto (il secondo da quando siede sulla panchina rossoblu) per Shevchenko.

LEGGI ANCHE: Fischio d’inizio senza squadre: la farsa di Udinese-Salernitana

Nel primo tempo l’Atalanta prova a fare la partita, ma non sfonda. Gli ospiti partono subito con il piede sull’acceleratore e dopo un’incursione di Freuler, sfiorano il gol con Zapata, che dall’interno dell’area di rigore lascia parire un bolide, sul quale Sirigu si supera. La pressione nerazzurra è costante, ma poco produttiva: al di la di un paio di tentativi dalla distanza e una mischia pericolosa (con Sturaro che chiude su Zappacosta), i nerazzurri non si rendono quasi mai realmente pericolosi. Ad un minuto dall’intervallo Zapata (nel tentativo di rincorrere un pallone) si tocca l’inguine e chiede il cambio. Gasperini lo sostituisce con Muriel.

LEGGI ANCHE: Indagini su plusvalenze: Gdf in sede dell’Inter e della Lega Calcio

Nella ripresa il copione non cambia: nerazzurri più vivi, ma poco pericolosi: Koopmeiners ci prova con una rasoiata dal limite dell’area (ben respinta da Sirigu), poi è il turino di Demiral, con un colpo di testa pericoloso su assist di Djimsiti. Troppo poco per sorprendere l’attenta difesa genoana. Gasperini tenta il tutto per tutto: inserendo Ilicic, Pasalic e alla fine anche Piccoli, che si presenta con un colpo di testa pericoloso a centro area, ben parato da Sirigu. L’ultima occasione è sul destro di Muriel, che dal limite dell’area sfiora il palo. L’Atalanta non punge e Shevchenko può festeggiare il secondo punto della sua gestione.