Luciana Littizzetto e Maria De Filippi: “Se l’ho fatto è grazie a lei”

La nota conduttrice televisiva ha raccontato a Verissimo alcuni momenti della sua vita privata e il rapporto con l’amica e collega

Luciana Littizzetto svela il rapporto con Maria De Fillippi e rivela un segreto – GettyImages –

Luciana Littizzetto a cuore aperto. La nota conduttrice televisiva, che la domenica sera con Fabio Fazio è tra le protagoniste di Che tempo che fa, si apre durante l’ultima puntata di Verissimo. A Silvia Toffanin la Littizzeto racconta tutte le vicissitudini che l’hanno portata all’adozione di Jordan e Vanessa, i suoi due figli.

LEGGI ANCHE: Luciana Littizzetto, il suo titolo di studi vi lascerà stupefatti: altro che comica!

Ad aiutarla nel percorso di adozione e togliergli tutti i dubbi, è stata Maria De Filippi. Una delle sue migliori amiche. “Tutto è iniziato grazie a un incontro con Maria De Filippi – ha raccontato la comica a Silvia Toffanin – io ero preoccupata di fare una scelta del genere, lei mi disse: ma cosa te ne frega farai la mamma come sai farla tu. Questa sua riflessione è girata nella mia testa e sono arrivati Jordan e Vanessa”. Luciana racconta il primo incontro con i figli adottivi, che oggi hanno 27 e 24 anni. “Il primo incontro con loro è avvenuto a Milano  e fu molto emozionante. La prima volta che li ho visti si pestavano come fabbri, da allora non hanno mai smesso”.

LEGGI ANCHE: Luciana Littizzetto, il segreto a lungo tenuto nascosto su Maria De Filippi

Tra i momenti più toccanti dell’intervista c’è anche un racconto che la Littizzetto ha voluto svelare alla Toffani. La conduttrice ha raccontato che Vanessa e Jordan non la chiamano mai mamma. Particolare che inizialmente le ha creato molto disagio, ma che ora vive con maggiore serenità: “All’inizio ne soffrivo di più – ha spiegato – oggi li capisco. La differenza tra l’adozione e l’affido sta anche nel fatto che i figli in affido, spesso, conoscono i veri genitori e loro due l’hanno conosciuta. Mi chiamano mamma quando sono con i loro amici e al di fuori della famiglia, ma quando si rivolgono a me mi chiamano Lù. Per loro, io sono . E pazienza, non si può avere tutto nella vita”.