Follia a Viterbo, padre uccide figlio e ferisce moglie: arrestato

Assurdo quello che è accaduto pochi minuti fa a Viterbo dove un padre di famiglia ha ucciso suo figlio di dieci anni. Non solo: ha anche ferito, gravemente, la moglie. L’uomo è stato immediatamente fermato dalle forze dell’ordine

Carabinieri denunciano uomo 28enne a Napoli
Carabinieri (screenshot video YouTube)

Assurdo quello che è accaduto pochi minuti fa in provincia di Viterbo, precisamente a Cura di Vetralla dove un padre di famiglia ha ucciso suo figlio di soli dieci anni. Per il bambino non c’è stato nulla da fare visto che è morto sul colpo. E’ stato trovato senza vita nei pressi della sua abitazione colpito con un’arma da taglio alla gola. Lo stesso uomo ha minacciato di suicidarsi e di fare esplodere la sua casa aprendo la bombola del gas. Successivamente anche sua moglie è stata colpita (probabilmente con un coltello) con l’arma: le sue condizioni sono molto gravi.

LEGGI ANCHE >>> Incidente sul GRA di Roma: cronaca di una tragedia sfiorata

Secondo quanto riporta il sito ‘TgCom24‘ pare che il killer aveva ricevuto un avviso dal gip: non poteva assolutamente avvicinarsi alla sua famiglia per via di un problema familiare nato qualche mese fa. A fare questa macabra scoperta sono stati i vigili del fuoco che si sono precipitati immediatamente sul posto, poiché erano stati chiamati per via di una possibile fuga di gas.

Strage a Viterbo, uccide figlio e ferisce moglie

Casalnuovo, denunciato 28enne
Casalnuovo (provincia di Napoli), denunciato un ragazzo di 28 anni per offese a carabinieri (screenshot video YouTube)

Una volta giunti sul posto i vigili hanno trovato il corpo del bambino senza vita accanto a quello della madre che è stata trasportata immediatamente in ospedale. Il tutto è accaduto dopo una lite che ha visto protagonisti sia l’uomo che la donna.

LEGGI ANCHE >>> Violenze carcere Santa Maria Capua Vetere: la decisione della Procura

Il killer in questione si chiama Mirko Tonkov, di anni 44, ed è di origine polacca. Fino a qualche giorno fa si trovava in ospedale a Roma perché aveva contratto il Covid. Nella giornata di ieri, però, era uscito per poter raggiungere Cura di Vetralla dove ha compiuto una vera e propria strage.

Carabinieri Villa Inferno
Carabinieri ©Getty Images