Detriti di satellite: gli Usa accusano la Russia, nel mirino un allarmante test

Dagli Usa accuse pesanti alla Russia dopo lo sciame di detriti di satellite che ha creato allarme e pericoli all’Iss: ecco cosa è accaduto.

detriti satellite usa russia
Una immagine in arrivo dallo spazio (Getty Images)

Ci sarebbe un test alla base dello sciame di detriti di satellite che ha costretto la Stazione Spaziale Internazionale a cancellare molte attività programmate. Il timore di collisioni è alto, e le manovre per evitare un impatto che sarebbe stato pesante e dalle gravi conseguenze sono state difficili. Sette membri della stazione in orbita si sono rifugiati nella Crew Dragon, una navicella d’emergenza che li avrebbe ricondotti immediatamente sulla terra in caso di impatto.

Leggi anche: Covid, Bassetti su Green Pass e “no-vax”: “;Vi svelo il mio piano”

E alla base della pioggia di detriti nello spazio, che desta timori e crea problemi, ci sarebbe un test della Russia, che è finito nel mirino degli Usa. Le accuse sono infatti pesanti, e le conseguenze hanno rischiato di mettere a repentaglio diverse vite.

Detriti satellite, Usa contro la Russia: “Imprudente e pericoloso”

shuttle
Detriti nello spazio, accuse dagli Usa alla Russia (Getty Images)

In sostanza dagli States arrivano indicazioni su un test con apparecchiature antisatellite messo in atto dalla Russia. Lo hanno definito “Imprudente e pericoloso”, ma le accuse non si sono limitate a questo. Dal Dipartimento di Stato arrivano infatti altre spiegazioni. “Il no della Russia alle armi spaziali è una ipocrisia” ha affermato Ned Price, che si è spiegato meglio. “Non saranno tollerate operazioni nello spazio che mettono a rischio gli interessi nazionali e a repentaglio vite umane”. 

Leggi anche: Ndrangheta, vasta operazione: maxi sequestro di droga, valanghe di arresti

E ancora: “Questo test ha prodotto centinaia di migliaia di detriti, che ora sono un pericolo tangibile”. Il timore è infatti che alcuni di questi possano entrare in collisione con le stazioni orbitanti nelle quali operano astronauti e cosmonauti. La Russia intanto rifiuta le accuse, ma gli States fanno sapere che il livello d’allerta è massimo su tutte le operazioni effettuate in orbita.