Covid, cambiano le regole per i trasporti: la nuova ordinanza

Le regole per i trasporti in Italia cambiano. Il Ministero ha firmato un’ordinanza con nuove misure da mettere in campo.

Autobus
Cambiano le regole per gli autobus ©Getty Images

Trasporti: cambiano le regole. Come riferito dall’Adnkronos, il ministero in collaborazione con il dicastero della Salute ha pubblicato una nuova ordinanza con le misure da mettere in campo già  dai prossimi giorni.

Si tratta di novità importanti che hanno come principale obiettivo quello di far viaggiare in sicurezza i passeggeri in un momento molto delicato della pandemia. Le nuove regole riguarderanno autobus, tram, metro e filobus ma anche i taxi e gli altri servizio di trasporto non di linea.

LEGGI ANCHE <<< Bicicletta, i benefici di questo sport a corpo e mente

Misure che molto probabilmente saranno illustrate nei dettagli già nelle prossime ore per chiarire a tutti le nuove regole che saranno in vigore almeno fino al prossimo 31 dicembre, giorno della scadenza dello stato di emergenza.

Trasporti, ecco le nuove regole

Treno
Le nuove regole per i treni © Getty Images

Le nuove regole riportato una certa normalità anche sui mezzi pubblici. Come riferito dall’Adnkronos, il ministero ha deciso di reintrodurre la possibilità di fare il biglietto direttamente a bordo del mezzo e di conseguenza il controllo del ticket. Il tutto naturalmente in sicurezza. Ritorna in uso anche la porta anteriore dell’autobus anche se il consiglio è sempre di scendere e salire da quella centrale o posteriore.

LEGGI ANCHE <<< Il Covid ora colpisce gli animali: tre leopardi morti, allerta massima

La novità più grande riguarda i treni. Nell’ordinanza è precisato che, in caso di presenza di sintomi riconducibili al Covid, il passeggero deve avvertire le autorità sanitarie e ferroviarie per effettuare tutti gli approfondimenti del caso. Ed esiste la possibilità di fermare il mezzo se l’esito delle valutazioni è positivo. Inoltre il consiglio è di controllare il Green Pass a terra e non più durante il viaggio.

Per i taxi e gli altri servizi di trasporto non di linea evitare di occupare il posto vicino al conducente e non potranno essere trasportati più di due passeggeri se non conviventi proprio per rispettare il distanziamento.