Quanto guadagnano i partecipanti agli Atp Finals? La cifra è incredibile

Per il torneo più atteso dagli amanti del tennis, è previsto un montepremi ricchissimo. Cifre da capogiro

Al via gli Atp Finals. Il Montepremi è super

Gli Atp finals, in programma a Torino dal 14 al 21 novembre, rappresentano il torneo più importante della stagione dopo gli slam. L’occasione per vedere all’opera le stelle più luminose del panorama tennistico internazionale. A sfidarsi a Torino sono infatti gli otto migliori giocatori al mondo (al netto dell’assenza di Nadal):  Djokovic, Medvedev, Zverev, Tsitsipas, Rublev, Berrettini, Hurkacz e Ruud. Un torneo destinato a regalare emozioni, prestigio e tanti soldi. 

Quanto guadagnano i partecipanti alle Finals? La cifra è da capogiro, superiore a quella che Medvedev, si è intascato lo scorso anno. Si parte dal montepremi: imperioso. Il prize-money degli Atp Finals è infatti di 7.250.000 dollari, ovvero 6.259.106 euro. Nella scorsa annata il montepremi era di 5.700.000 dollari (4.921.660 euro). Un incentivo in più ai partecipanti. Una spinta maggiore per mettersi in evidenza nel torneo che tutto il mondo segue con attenzione. Soprattutto perchè, al vincitore è destinata una fetta molto importante di montepremi.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi si ritira: commozione al Gp

Atp finals: ecco quanto guadagnerà il vincitore

Il trionfatore dell’edizione torinese degli Atp Finals, incasserà infatti 1.094.000 dollari, circa 944.500.000 euro. Una cifra monstre, che potrebbe addirittura crescere nel caso in cui il vincitore  dovesse riuscire nell’intento di rimanere imbattuto. In quel caso chi alzerà al cielo la coppa, incasserà più di 2 milioni di dollari. Una cifra maggiore rispetto a quella guadagnata da Medvedev lo scorso anno. Ma le Finals prevedono anche premi e bonus per ogni singolo partecipante. Tutti gli atleti porteranno a casa circa 150.000 euro (173.000 dollari) a patto di disputare tutte e tre le sfide in programma nel round-robin. In caso di eventuali ritiri, il montepremi cambierà e sarà più basso. Previsto anche un gettone di presenza (80.320 euro) per la riserva, ovvero il tennista pronto a subentrare in caso di eventuali forfait (in questo caso si tratta di Sinner).