Terrorismo, l’Isis minaccia l’Italia e diffonde la foto di un Ministro

L’Isis torna a minacciare il nostro Paese, con accenni a possibili attacchi verso l’Italia, Nel mirino un Ministro

Isis, soldati
Venti di terrorismo soffiano verso l’Italia

Venti di terrorismo tornano a soffiare con insistenza verso l’Italia. Luigi Di Maio torna nel mirino dell’Isis. Il leader della Farnesina era stato già citato dai terroristi nei mesi scorsi ed ora il suo volto è tornato di moda. La rivista dell’Isis Al Naba torna a minacciare il nostro Paese  e il ministro degli Esteri, pubblicando una foto di Luigi Di Maio in occasione del vertice della coalizione anti-Daesh del giugno scorso a Roma insieme al Segretario di Stato Usa Antony Blinken.

Nell’articolo dal titolo ‘Perché il Califfato li spaventa!’ i terroristi parlano dell’Italia, accennando, in maniera più o meno velata, a possibili attacchi verso il nostro Paese. Nel servizio si fa riferimento alla ‘conquista di Roma‘. Già nel luglio scorso il titolare della Farnesina aveva ricevuto minacce sulla stessa rivista. Immediata è scattata la solidarietà verso il Ministro degli esteri. “Sono vicino a Luigi Di Maio per le nuove, gravissime minacce ricevute dai terroristi ISIS. Non ci fanno paura: il suo impegno, al servizio del Paese e della stabilità internazionale, non sarà scalfito da atti intimidatori. Chi tocca Luigi tocca ognuno di noi”, scrive sui social il presidente di M5s, Giuseppe Conte.

Di Maio, solidarietà bipartisan

Di Maio
Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio (Instagram)

Il vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, ribadisce la solidarietà al Ministro degli Esteri, con un messaggio. “A Luigi Di Maio va tutta la mia solidarietà e vicinanza per le reiterate minacce che l’ISIS gli ha rivolto. L’impegno che, da sempre, il nostro Paese ha messo nella lotta al terrorismo internazionale, non arretra di un millimetro. Continueremo a mantenere un livello di attenzione altissimo”.

“Sostegno, solidarietà e un abbraccio fraterno a Luigi Di Maio per le nuove minacce ricevute dall’Isis. Non ci fermeranno: il nostro impegno per proteggere la regione e l’Europa, tutelare i nostri cittadini, fermare i flussi migratori irregolari e i trafficanti di esseri umani proseguirà incessantemente e non saranno le intimidazioni a interrompere lo sforzo dell’Italia a combattere ogni tipo di terrorismo”. Così, in una nota, il presidente della Commissione per le Politiche dell’Ue alla Camera Sergio Battelli.