Caso Dzeko, dalla Bosnia durissimo attacco al tecnico nerazzurro

Scoppia la polemica dalla nazionale bosniaca sulle condizioni dell’attaccante dell’Inter, parole di fuoco contro Inzaghi

Veleno Dzeko
L’attaccante dell’Inter Dzeko durante una gara (screenshot notizie.com)

E’ battaglia furente tra la Bosnia e Inzaghi. L’Inter è ancora in ansia per le condizioni di Dzeko, partito in nazionale ma non al massimo della condizione. Il tecnico nerazzurro si era detto perplesso della partenza del suo giocatore nonostante non fosse al massimo e temeva che potesse tornare con qualche brutta sorpresa. Non ha nascosto la paura che potesse giocare ugualmente, mettendo in dubbio la professionalità dell’equipe della nazionale bosniaca.

Il timore che la punta si possa fare male è alto. Non è più giovanissimo e i tempi di recupero per un eventuale infortunio, metterebbe nei guai Inzaghi e la squadra, viste le partite che ci sono da giocare. “Spero che Edin possa rientrare in anticipo perché so che non sta benissimo”, aveva detto l’allenatore dell’Inter. Ma queste parole hanno creato più di un malumore all’interno della nazionale bosniaca, mettendo anche un po’ in difficoltà il giocatore. Nella gara con la Finlandia, Dzeko non ha giocato, ma la prossima con l’Ucraina i tecnici bosniaci vorrebbero recuperarlo per farlo giocare.

Risposta polemica del vice ct della Bosnia a Inzaghi

Sorpreso Inzaghi
Il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi in panchina (screenshot notizie.com)

La diagnosi che riguarda il bomber interista, che è stato sottoposto a risonanza magnetica in patria, ha escluso lesioni muscolari, pertanto il calciatore non lascerà il ritiro della Bosnia, come desiderava Inzaghi. In casa nerazzurro, nonostante l’esito negativo, resta molta preoccupazione per le condizioni del loro attaccante, tanto da affermare di sperare che potesse rientrare in anticipo in Italia.

Non si sono fatte attendere le parole di Rahimic, il vice ct della Bosnia: “Inzaghi? Abbiamo letto le sue parole, lui vorrebbe che non rischiassimo il giocatore in queste due gare. Ma sono stupidaggini. Se Dzeko sarà pronto, di sicuro giocherà. Per ora c’è ancora la possibilità che giochi. La ripresa sta andando alla grande e crediamo che possa giocare. Gli altri calciatori lavorano al massimo. La cosa più importante è che siano pronti e l’atmosfera è di alto livello”. Tutto bene, insomma. Dalla Bosnia non l’hanno presa benissimo e al diavolo la diplomazia”.