Italia, qualificazione Qatar 2022 a rischio: il clamoroso ‘record’ di Jorginho

Italia, qualificazione alla prossima edizione della Coppa del Mondo a serio rischio: il centrocampista Jorginho stabilisce un record

Horginho sbaglia rigore
Jorginho (Getty Images)

L’Italia di Roberto Mancini fallisce clamorosamente la qualificazione alla prossima edizione della Coppa del Mondo. Questa sera, allo stadio ‘Olimpico’, c’era il pubblico delle grande occasioni: la Svizzera di Murat Yakin si è dimostrata un’avversaria molto difficile e lo si è capito subito quando gli elvetici sono andati in vantaggio poco dopo l’inizio del primo tempo con un grande destro da fuori area da parte dell’ex Udinese, Widmer.

LEGGI ANCHE >>> Italia-Svizzera, Omaggio a Galeazzi prima della sfida mondiale

Pareggio che arriva, a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gara, con Di Lorenzo che mette dentro di testa il pallone del pareggio. Nel secondo tempo gli azzurri cercano disperatamente la rete che gli garantirebbe la qualificazione. L’occasione arriva pure, con il direttore di gara Taylor che fischia un calcio di rigore per i padroni di casa. Dal dischetto si presenta un sicuro Jorginho che manda il pallone clamorosamente fuori.

Italia, il clamoroso “record” di Jorginho

Bonucci e Raspadori consolano Jorginho
Uno sconsolato Jorginho caricato da Bonucci e Raspadori (Getty Images)

Non volendo Jorginho ha stabilito un clamoroso “record”. Di che si tratta? L’attuale centrocampista del Chelsea, sia nella gara di andata che in quella di ritorno, ha fallito clamorosamente due calci di rigore che avrebbero potuto regalare la qualificazione alla Nazionale. Quattro punti persi e qualificazione a serio rischio. Ora non c’è più il tempo di fare calcoli: lunedì 15 novembre, alle ore 20:45, in casa dell’Irlanda del Nord conta solamente vincere (magari segnando più di un gol per essere sicuri della qualificazione al primo posto).

LEGGI ANCHE >>> Italia, nuova tegola per Mancini: un big lascia Coverciano

Sconsolato l’italo-brasiliano dopo aver fallito il penalty dagli undici metri che viene successivamente caricato dai suoi compagni di squadra. Come riportato in precedenza non c’è tempo per leccarsi le ferite: da domani squadra al lavoro per preparare, al meglio, la gara che si disputerà tra tre giorni. Ci si gioca due anni di sacrifici e sudore. Gli azzurri, come tutti i tifosi, vogliono staccare il pass per Qatar 2022.