Cortei No Green pass, la palla passa ai Questori: pieni poteri, le novità

Dal Viminale arrivano nuove indicazioni sui cortei No Green pass: pieno potere ai Questori, ecco le motivazioni alla base della scelta.

cortei no green pass
No Green Pass, arrivano le indicazioni del Viminale sui cortei (screenshot video YouTube)

La palla passa ai Questori, che potranno decidere in merito ai cortei No Green pass. É questa l’indicazione che arriva dal Ministro Lamorgese. Dopo i dati in arrivo da Trieste, che ha pagato gli assembramenti nelle proteste con un balzo netto in avanti dei contagi, arrivano quindi regole più chiare. Le direttive del ministero dell’Interno ribadiscono il diritto a protestare, ma impongono limiti che saranno verificati direttamente da questori e prefetti. Caso per caso.

Leggi anche: ESCLUSIVA Notizie.com – Cacciari: “Sfogo in tv è per informare tutti su tutto”

Nel testo sono evidenziati i rischi che potrebbero derivare da eventuali grossi cortei in una situazione in cui anche in Italia il virus inizia nuovamente a diffondersi in maniera più repentina. Ecco quali sono le indicazioni arrivate da Luciana Lamorgese.

Cortei No green pass, arriva lo stop: decideranno i questori

No green pass
Cortei No green pass, pieni poteri ai questori (Youtube)

Percorsi idonei, proteste confinate in luoghi ben precisi, di sicuro lontani dalle zone nevralgiche delle città. In sostanza è questa l’indicazione che arriva dal Ministero a Prefetti e Questori, e si arricchisce di motivazioni e limitazioni. “I cortei sono rappresentativi del diritto a esprimere il dissenso, ma stanno determinando elevate criticità sul piano dell’ordine e della sicurezza pubblica nonché sul libero esercizio di altri diritti, pure garantiti, quali in particolare quelli attinenti allo svolgimento delle attività lavorative e alla mobilità dei cittadini con effetti peraltro particolarmente negativi nell’attuale fase di graduale ripresa delle attività sociali ed economiche”. La nota è chiara. L’invito ai Questori pure.

Leggi anche: Covid, stop di Singapore per cure mediche ai No Vax: è polemica

“Eserciteranno i poteri previsti dall’articolo 18 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e delle connesse disposizioni regolamentari provvedendo ad adottare, laddove necessario, i divieti e le prescrizioni riguardanti lo svolgimento delle manifestazioni preavvisate”. La palla passa quindi ai Questori e le critiche non mancano, fra chi ribadisce il diritto a manifestare il dissenso, e chi fa notare che sarebbe corretto farlo in maniera sempre attenta ai rischi legati alla diffusione del Covid.