Paura per una coppia nel milanese: arrestato un agente immobiliare

Milano, paura per una coppia che è stata tenuta sotto sequestro da un uomo che prima li ha drogati poi ha violentato la donna. L’incubo è durato quasi otto ore e che si è concluso con l’arresto da parte dell’agente immobiliare. A riportare le indiscrezioni è ‘TgCom24’

Milano. droga una coppia e violenta donna
Milano, carabinieri arrestano un agente immobiliare (screenshot video YouTube)

I carabinieri dello stazionamento di Milano hanno arrestato un agente immobiliare di 48 anni per stupro. Le accuse nei suoi confronti sono molto gravi. Pare che abbia prima drogato una giovane coppia interessata all’acquisto di un box nei pressi della città. Subito dopo ha deciso di violentare la donna. In tutta questa vicenda, però, era presente anche la figlia più piccola della coppia (di pochi mesi). Gli inquirenti non hanno scartato l’ipotesi che potesse trattarsi di uno stupratore seriale.

Non è la prima volta che accade un episodio del genere visto che già nel 2009 la persona in questione aveva abusato di una donna. In quella occasione, però, il Tribunale gli ha fatto seguire un percorso rieducativo dopo che aveva scontato la pena. A quanto pare tutto ciò non è servito a nulla.

LEGGI ANCHE >>> Vola a Panama con la pensione del marito morto: la denuncia dell’Inps

L’incubo per la coppia è avvenuto più di un mese fa. Era il 2 ottobre quando l’uomo li ha incontrati per un appuntamento di lavoro. Nessuno si sarebbe immaginato l’impensabile. Dopo aver studiato per bene le dinamiche dei fatti il gip della città lombarda ha fatto emettere una ordinanza di arresto nei confronti del 48enne.

Milano, droga coppia e violenta donna: la dinamica

Dopo aver incontrato la coppia avrebbe offerto un drink. Solo che aveva iniettato, di nascosto, una siringa (a base di benzodiazepine) che hanno stordito i giovani. Ne sono sicuri gli investigatori visto che hanno trovato il medicinale subito dopo essere entrati nella sua abitazione e aver svolto tutti i processi di perquisizione.

LEGGI ANCHE >>> Ponte Morandi a Catanzaro, arresti e sequestro “con facoltà d’uso”

L’incubo sarebbe durato otto infinite ore. Non è finita qui visto che gli abusi sono stati ripresi anche da una telecamera che si trovava all’interno dell’abitazione. A quanto pare l’uomo è un tossicodipendente e tutt’ora ha a che fare con la cocaina. Interrogato dal gip Stefania Pepe ha deciso di non rispondere alle sue domande.