Antisemitismo, arrivano dati preoccupanti dall’Unione Europea

Antisemitismo, arrivano dei dati preoccupanti direttamente dall’Unione Europea dopo gli ultimi mesi della pandemia

Antisemitismo cresce ulteriormente in Europa
Antisemitismo cresce in Europa (screenshot video YouTube)

L’Agenzia europea per i diritti fondamentali ha stilato un dato importante per quanto riguarda l’antisemitismo in Europa. Purtroppo questo fenomeno è cresciuto. Il tutto grazie agli ultimi mesi di pandemia da Covid. Sempre secondo l’agenzia molti utenti sui social (la maggior parte di loro complottisti) hanno incolpato gli ebrei per la diffusione del virus in tutto il mondo. Proprio durante il periodo del lockdown la maggior parte degli utenti del web ha fatto crescere, ulteriormente, il proprio odio nei confronti degli ebrei. I risultati che arrivano direttamente dall’Unione Europea sono al limite del preoccupante.

LEGGI ANCHE >>> Migranti, è ancora emergenza: diversi gli sbarchi in poche ore

Tra i paesi in cui vige questo triste primato c’è la Germania. Basti pensare che nel 2020 il paese ha registrato il più alto numero di crimini a sfondo politico usando il movente antisemita. Ben 2.351. Un “record” se si pensa che questo è un numero altissimo di casi che non si vedeva addirittura dal 2010. Anche se dall’Unione Europea hanno voluto precisare che la Germania potrebbe essere il paese in cui si possono rilevare più facilmente casi di antisemiti.

Antisemitismo, com’è la situazione in Italia?

L’Italia rientra nella “top five” per quanto riguarda i paesi antisemiti. In prima posizione, come riportato pocanzi, c’è la Germania. Al secondo posto troviamo i Paesi Bassi ed infine la Francia. L’Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori (OSCAD) ha evidenziato che solamente 86 sono i casi in cui c’è istigazione alla violenza.

LEGGI ANCHE >>> Migranti, il Ministro Lamorgese prende posizione: dichiarazioni durissime

In alcuni paesi, però, pare che questo fenomeno sia leggermente diminuito. COme la Grecia e l’Ungheria. Le buone notizie potrebbero arrivare in questo caso, ma la situazione in tutta l’Europa non è per nulla semplice visto che la maggior parte dei casi non viene posta sotto denuncia. Coloro che si sentono feriti ed offesi, speso, non hanno il coraggio di denunciare per paura di subire successivamente minacce o altro.