Incredibile Maradona Jr: “Maglia per papà senza mio consenso”

Diego Armando Maradona Jr contro il Napoli per la questione della maglia dedicata al papà: è pronto ad agire per vie legali

Maradona Jr contro il Napoli
Diego Armando Maradona Jr (screenshot video YouTube)

Ieri sera il Napoli, contro l’Hellas Verona, si è esibito con una maglia molto speciale. In occasione della scomparsa di Diego Armando Maradona (morto il 25 novembre a Buenos Aires), la squadra azzurra è scesa in campo con una divisa in onore del ‘Pibe de Oro’. In molti hanno apprezzato questa scelta da parte della società di ricordare uno dei calciatori più forti della storia e che ha vestito la maglia azzurra. La maggior parte di loro abbiamo detto, anche se qualcuno in particolare non ha per nulla apprezzato tutto questo. Chi? Direttamente il figlio, Diego Armando Maradona Jr. Quest’ultimo, adesso, dopo aver appeso le scarpette al chiodo per gli scarsi risultati ottenuti come calciatore ha deciso di inseguire la carriera da allenatore.

LEGGI ANCHE >>> Spalletti show, la frase detta ad una ragazza diventa virale – VIDEO

In estate è stato ingaggiato dal ‘Napoli United’ che milita nell’Eccellenza campana. La sua squadra sta andando molto bene visto che si trova al secondo posto in classifica. Tornando al discorso del padre ‘Dieguito’ non è per nulla entusiasta di questa iniziativa fatta partire dal patron De Laurentiis. Non una bella uscita quella del figlio dell’argentino, considerando che il Napoli ha cercato di rendergli omaggio e ringraziarlo per tutto quello che ha fatto sia per la squadra che per la città. Tanto è vero che gli hanno intitolato anche il nome dello stadio.

Diego Maradona Jr contro il Napoli

Nel frattempo arrivano le parole dure di Diego Armando Maradona Jr che ha rilasciato all’Andkronos. “La maglia dedicata a mio padre è un vanto, ma dispiace non essere stati considerati dal club. Non abbiamo mai dato l’ok per questa iniziativa. Chi ha firmato l’autorizzazione? Stefano Ceci che era il manager di papà. Adesso non lo è più e quindi noi siamo gli unici a poterlo fare“.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, Spalletti a 360°: dall’elogio ad Osimhen ai fischi dell’Olimpico

Ha intenzione di proseguire a lungo in questa vicenda e andare per vie legali. Attenzione però, ha voluto fare chiarezza: non ce l’ha con il Napoli ma esclusivamente con Ceci. Ciò non toglie che un minimo ce l’abbia con la stessa società che ha dato “credito a questa persona”. Uno “scivolone” quello del figlio del ‘Pibe De Oro’? D’altronde il club ha voluto solamente ricordarlo in questo mese speciale.