Francia, la stagione invernale inizia tra le polemiche: il motivo

Si prospetta un inizio di stagione invernale in Francia ricco di polemiche. Fa discutere, infatti, il protocollo del Governo.

Sci Francia protocollo
Il protocollo per gli impianti sciistici in Francia (screenshot video YouTube)

Mascherina sì, Green Pass no. La stagione invernale in Francia rischia di partire tra le polemiche per un protocollo deciso dal Governo che non convince proprio tutti e non si escludono delle modifiche già nelle prossime settimane.

Come annunciato dal primo ministro Castex, nella nazione transalpina si potrà andare a sciare indossando la mascherina quando si è in fila per seggiovie o ski-lift, ma non sarà obbligatorio presentare il Green Pass se l’incidenza nazionale non supererà i 200 casi per 100mila abitanti.

LEGGI ANCHE <<< Francia, lotta alla discriminazione: decisione ufficiale di Strasburgo – FOTO

L’obiettivo da parte dell’esecutivo è quello di far ripartire gli impianti sciistici in sicurezza, ma, come detto, sono diverse le polemiche soprattutto per quanto riguarda il mancato utilizzo della certificazione verde.

Stagione invernale, le differenze tra Italia e Francia

Impianti sciistici
La stagione invernale è già partita (screenshot video YouTube)

Anche su impianti sciistici e stagione invernale i Paesi europei hanno deciso di muoversi in ordine sparso e con misure molto diverse tra loro. In Italia, per esempio, si è deciso di mettere il Green Pass obbligatorio per accedere a questi impianti e, da qui, la scelta di rendere il pass non cedibile. Certificazione, invece, che non è necessaria in Francia almeno in questo momento.

Le mascherine restano obbligatorie in entrambi i Paesi, ma ci sono differenze per quanto riguarda le capienze della seggiovia, cabinovia e funivia. In Francia il primo ministro ha confermato il distanziamento non entrando nei particolari della percentuale. In Italia, invece, la prima potrà essere riempita al 100% con la mascherina (senza si scende all’80%) mentre le altre due sempre e comunque all’80%.

LEGGI ANCHE <<< Al via la stagione sciistica: prezzi, date, divieti e novità

Misure sicuramente diverse tra loro ma che hanno un obiettivo comune: far partire la stagione invernale in sicurezza dopo due anni difficili. E, come detto, non sono escluse delle modifiche (sia in positivo che in negativo) durante la stagione. Molto dipenderà dalla pandemia.