Iraq, attentato a primo ministro con drone: il bilancio

Iraq, attentato al primo ministro del paese con un drone durante una manifestazione in cui hanno partecipato tantissime persone: il bilancio

Iraq, attentato al primo ministro
Moustafa Al Kadhimi (screenshot video YouTube)

Brutta disavventura per il primo ministro dell’Iraq, Moustafa Al Kadhimi, vittima di un attentato nella giornata di ieri nel suo paese. Pronti a colpirlo dei droni esplosivi che si sono avvicinati nei pressi della sua abitazione, vicino a Baghdad. Fortunatamente è rimasto illeso, ma la paura è stata tanta. Ad annunciare questa notizia alcune fonti molto vicine a lui. Il vile attacco è avvenuto quando era in atto la manifestazione di alcuni filo-iraniani che stavano protestando dopo il risultato delle elezioni parlamentari, avvenuto quasi un mese fa (per la cronaca si parla del 10 ottobre).

LEGGI ANCHE >>> Processo Bataclan, l’attentatore senza vergogna: testimonianza inaspettata

Non era solo uno, ma ben tre droni: due di questi, fortunatamente, sono stati individuati e colpiti dalla sicurezza del primo ministro. Sono anche sicuri da dove fossero partiti questi aggeggi: vicino al Ponte della Repubblica. Il terzo, purtroppo, è arrivato nei pressi della residenza di Al Kadhimi ed è riuscito ad esplodere. Il bilancio è di due feriti (si tratta delle sue guardie del corpo che sono state portate immediatamente in ospedale dopo l’attentato).

Iraq, attentato al primo ministro Al Kadhimi con un drone

Anche dagli Stati Uniti D’America arriva solidarietà. Hanno condannato immediatamente il gesto definendolo un vero e proprio “atto terroristico“. Nel frattempo arriva anche il tweet da parte del capo del Consiglio supremo di sicurezza nazionale iraniano, Ali Shamkhani.

LEGGI ANCHE >>>Migranti, il Ministro Lamorgese prende posizione: dichiarazioni durissime

Quest’ultimo ha voluto esprimere tutta la sua solidarietà nei confronti del primo ministro iracheno per via del vile attacco che ha ricevuto nelle scorse ore. Questo il messaggio: