Italia-Svizzera, doccia fredda dal Cts: tifosi spiazzati

Brutte notizie per i tifosi della Nazionale in vista dello spareggio contro la Svizzera. Dal Comitato tecnico scientifico arriva una brusca frenata

Italia-Svizzera, brutte notizie dal Cts

Notizie negative per i tifosi di calcio e per gli appassionati della Nazionale azzurra. L’Italia, campione d’Europa in carica, giocherà allo stadio Olimpico di Roma il 12 novembre contro la Svizzera in una sfida decisiva per le qualificazioni ai prossimi Mondiali che si svolgeranno in Qatar. Gli azzurri e gli elvetici sono appaiati in testa alla classifica del gruppo C con 14 punti. Lo scontro diretto dello stadio Olimpico sarà decisivo per capire chi strapperà il biglietto per la competizione mondiale. Roberto Mancini, ct azzurro e i vertici federali si aspettavano uno stadio Olimpico gremito, per trascinare Immobile e compagni verso la vittoria. “Sono molto in tensione per le due gare della settimana prossima per la qualificazione ai Mondiali, perché riteniamo che sia un obiettivo importantissimo. Il clima all’interno della squadra è ottimo. Dobbiamo difendere la leadership conquistata a livello europeo e, come ha detto Mancini, continuare a divertirci”, ha aggiunto Gravina, che auspicava il pubblico delle grandi occasioni per il match contro la nazionale svizzera. Ma purtroppo non sarà così.

LEGGI ANCHE: Nas nello stadio di una big della serie A

Lo stop dal Cts allo stadio Olimpico

Roberto Mancini contro Andrea Pucci
Roberto Mancini, tecnico della Nazionale azzurra (screenshot video YouTube)

Dal Comitato Tecnico Scientifico arriva infatti una doccia fredda. Un secco no all’aumento della capienza del pubblico dello stadio Olimpico fino al 100%. Secondo fonti governative, il Cts ha dato dunque parere negativo alla richiesta del sottosegretario allo sport, Valentina Vezzali, di aumentare la capienza dell’Olimpico sino al totale utilizzo dell’impianto, che dunque restera’ al 75%. Contestualmente il Cts ha aumentato, solo parzialmente, dal 60% attualmente previsto al 75%, la capienza delle Atp Finals di tennis in programma a Torino del 14 novembre. Il parere negativo per l’Olimpico è legato alla crescita dei contagi Covid, per il quale tra l’altro il Lazio rappresenta una delle Regioni più esposte.